“IO, BULLO” FRA I BANCHI DI SCUOLA


Giovedì 21 ore 17.00
Scuola Media Giovanni XXIII

“Io, bullo”, il nuovo libro di Giusi Parisi, si ispira a una storia vissuta. L’Autrice capovolge il racconto, partendo dal di dentro del bullo stesso. Oltre al Patrocinio del Comune, si conferma ancora una volta la fattiva collaborazione tra l’Istituzione scolastica e l’Associazione culturale di Terrasini Così, per … passione!

locandinaGIOVEDÌ 21 FEBBRAIO ORE 17.00, AULA MAGNA SCUOLA MEDIA

giusi parisi

La scrittrice Giusi Parisi

Dunque – si diceva – l’autrice capovolge la narrazione nel senso che come ci si aspetterebbe – non è la vittima a raccontare, ma il persecutore. Questo insolito espediente narrativo aiuta probabilmente a penetrare meglio nei meccanismi che generano il fenomeno del bullismo, poichè la conoscenza di esso, anche in questo caso, è essenziale per capirne l’origine, prevenirlo e, infine, arginarlo.

Ma, soprattutto, crediamo che il libro sia un pressante invito a tenere desta l’attenzione anche quando tutto sembra scorrere tranquillo. È una storia che genitori e docenti dovrebbero leggere (discutere) insieme agli studenti, aprendo gli occhi, soprattutto, sul mondo amplificante del cyberbullismo.

Abbiamo chiesto al Prof. Alberto Cipolla, vice dirigente dell’Istituto comprensivo Giovanni XXIII, cosa la scuola, nel quadro delle direttive nazionali vigenti, ha predisposto e predispone in termini concreti per contrastare il fenomeno. «Io, insieme ai colleghi Giorgio Spinosa e Pamela Perricone, referenti del gruppo che segue queste problematiche, monitoriamo costantemente la situazione. Abbiamo dato vita a diversi momenti di sensibilizzazione a partire dallo scorso anno e già oggi, ad esempio, abbiamo avviato, anche con l’adozione in diverse sezioni del libro di Giusi Parisi, a momenti di incontri e riflessioni con gli studenti. Inoltre – ci ha spiegato fra le altre numerose cose il professore – entreremo a far parte di un progetto regionale di cui aspettiamo l’approvazione».

Anche Terrasini, così come qualsiasi altra realtà scolastica, ha presentato e presenta casi diversi di bullismo, dai più semplici ed episodici, ai più complessi e gravi, che, ovviamente, sono stati affrontati non soltanto sul piano repressivo.

bullo2

studenti

Nell’aula magna con gli studenti in un precedente incontro


 

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
copertina piazza
OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO IRREGOLARE: LIBERATI PIAZZA E DINTORNI

Era già accaduto nel giugno del 2017, all'inizio dell'attuale sindacatura, poi finito in un nulla di fatto. Oggi, invece, in...

Chiudi