TERRASINI. ANZIANA DONNA AGGREDITA IN CASA


È accaduto alcuni giorni fa, ma soltanto oggi ne veniamo a conoscenza. La signora è stata spinta a terra da uno dei due malviventi, riportando contusioni in varie parti del corpo. Ricoverata d’urgenza al pronto soccorso di Partinico le è stata fra l’altro riscontrata una lesione al polso destro. Era già accaduto qualche settimana fa ad un’altra signora, ma fortunatamente senza alcuna conseguenza. Ancora in corso le indagini della locale Stazione dei Carabinieri.

furto 1Ne diamo notizia per mettere in guardia soprattutto gli anziani, che molto spesso vivono da soli. Non è la prima volta che accade, ma in questo caso poteva anche finire peggio.

La Signora A.S. (usiamo le iniziali per sua espressa volontà) di 85 anni è stata aggredita intorno alle 21.00. La dinamica è la solita. Bussano alla persiana di casa (zona centrale del paese) e con uno dei soliti trucchi il malvivente si fa (o fanno) aprire: «Signora sono un amico di suo figlio, apra … suo figlio ha dimenticato le chiavi e le vuole» (il tutto in dialetto).

La signora è perplessa, capisce che qualcosa non torna, ma nonostante ciò, quasi per istinto, si convince ad aprire un filo appena di porta-finestra a piano terra, pensando che al figlio sia magari accaduto qualcosa e abbia incaricato un amico. Il figlio, fra l’altro (questo è un elemento che deve far pensare) vive in America ed è tornato per una breve permanenza proprio in quei giorni.

Uno spintone secco e la porta cede; la signora oppone una certa resistenza, ma viene inevitabilmente spinta sul pavimento, mano sulla bocca e richiesta di soldi. Il resto è immaginabile.

Scattano le indagini dei carabinieri ancora in corso.

Alcune settimane fa un episodio simile accade in una traversa di Via Palermo. I ladruncoli entrano da una finestra socchiusa senza che l’anziana signora, sola in casa, se ne accorga. È sera e lei sta gurdando la TV. Soltanto quando decide di andare a letto si accorge dell’insolito disordine in casa.

Questo è quel che a noi è casualmente pervenuto fino ad oggi, ma quanti di questi casi – ci si chiede – passano sotto silenzio?
In questi ultimi anni più volte sono stati lanciati appelli per sensibilizzare le autorità preposte a un maggiore sforso nel controllo del territorio anche alla luce della crescente microcriminalità dedita al piccolo spaccio e al connesso consumo di stupefacenti.

carab 2

Il Cap. Luigi Grarrì (in primo piano) durante il suo intervento in biblioteca nell’ottobre 2017. Accanto il Mar.Capo Giuseppe Balducci

Vogliamo tuttavia riproporvi il servizio da noi pubblicato nel 2017 avente per tema “come difendersi dalle truffe in casa”, una iniziativa promossa a Terrasini dall’Arma dei Carabinieri che si tenne presso la biblioteca comunale.

 

 


 

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
manzella
“Solitudini”. Gli Alberi Di Pino Manzella In Mostra a Terrasini

Domenica 20 alle ore 18.00 presso il Margaret Cafè, sarà inaugurata la mostra di pittura di Pino Manzella intitolata “Solitudini”....

Chiudi