La Baia Di S. Cataldo Ci Chiama. Il 15 Appuntamento Di Volontariato Ambientale

 


Le parole del nostro Capo di Stato Sergio Mattarella in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, sono un chiaro monito per tutti noi.

E allora diciamolo con le parole del Capo dello Stato: «I mutamenti dei luoghi in cui viviamo sono infatti la conseguenza delle scelte fatte dall’uomo, frutto di mediazione tra eredità del passato e prospettive del futuro, memoria storica e culturale della comunità. Per evitare il ripetersi di queste degenerazioni, occorre diffondere una concezione del paesaggio come bene essenziale e valore non solo culturale, ma civile ed economico, in grado di influenzare la qualità della vita individuale e il benessere sociale».

29512268_443991079354720_6897190884875657746_nL’inizio della giornata – scrivono gli organizzatori della giornata ecologica – ci vedrà impegnati nella raccolta dei rifiuti che si trovano disseminati lungo il tratto di spiaggia, sarà anche un modo per socializzare e conoscerci meglio.
Durante questa manifestazione, studiosi e storici del nostro Territorio, il Dottor Giovanni Filingeri e l’Archeologo Giovanni Polizzi, saranno lieti di spiegare le origini e le memorie storiche di questo meraviglioso luogo.

Congiuntamente prenderà vita un’altra iniziativa.
Nell’ambito della giornata per Una baia da salvare, Palermo Pillbox Finders organizza l’evento “Fortini aperti“: sarà possibile, attraverso le visite guidate e le spiegazioni dei membri del Gruppo di ricerca Palermitano, conoscere la storia delle casamatte italiane della Seconda Guerra Mondiale presenti sul nostro territorio e conoscerne funzioni e caratteristiche tecniche. I ricercatori di Palermo Pillbox Finders vi aspettano!

Quindi, una moltitudine di iniziative fuse in un unica giornata, che guardano ad un rilancio del Territorio, consapevoli delle enormi potenzialità storiche e paesaggistiche, vero motore di sviluppo sociale ed economico.

Il nostro invito – prosegue il comunicato – è rivolto a tutti, liberi cittadini, associazioni culturali, ambientali e Amministrazioni locali.
Un’unica voce: “Uniti si Vince”.

«Confidiamo in una grande partecipazione – affermano gli organizzatori – abbiamo coinvolto i comuni di Terrasini e Trappeto, da entrambe le parti abbiamo trovato entusiasmo e disponibilità nel contribuire con mezzi e risorse, nei prossimi giorni saremo in grado di spiegare i dettagli di quanto stanno facendo le amministrazioni di Maniaci e Cosentino».

san cataldoL’ultimo recente attacco alla Baia, per fortuna sventato grazie all’intervento degli ambientalisti, quello di un progetto del super resort a 5 stelle che avrebbe dovuto nascere in zona. La denuncia politica è giunta all’attenzione dell’Unione Europea e a portare il caso sui banchi di Bruxelles è il pentastellato Ignazio Corrao che con un’interrogazione presentata alla Commissione Europea ha sottolineato il pericolo di quel progetto che porterebbe un impatto ambientale considerevole in una zona ricca di importanza archeologica.

E allora appuntamento a domenica 15 aprile fin dalle prime ore del mattino per riconsegnare il territorio di San Cataldo alle popolazioni circostanti, segnando una data storica innazitutto nelle comunità terrasinese e trappetese e per tutto il Golfo di Castellammare in un’area fra le più belle e ricche di storia.


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Leggi articolo precedente:
copertina 2 fammi rari un muzzicuni
FAMMI RARI UN MUZZICUNI … (5ª parte). “Le vastunache”

  Le precedenti parti 1ª,2ª,3ª le trovate pubblicate sulla pagina Facebook "Terrasini in Pagine" (clicca QUI). Inoltre chi volesse continuare...

Chiudi