CINISI, DONAZIONE ORGANI. «Così mio figlio continua a vivere», dice Giusi Salamone

 


LA “GIORNATA DI SENSIBILIZZAZIONE” SI È TENUTA SABATO 16 DICEMBRE. Poco importa se ne stiamo dando notizia solo oggi con qualche giorno di ritardo, poichè per un evento come questo si è sempre in tempo a parlarne, anzi non se ne parla abbastanza.

aido


di Vito Cardinale


 

L’incontro si è svolto nel Salone comunale di Cinisi, un Comune sicuramente all’avanguardia nel campo della cultura della donazione, grazie anche al Sindaco Giangiacomo Palazzolo, che già circa un anno fa aveva adottato un significativo provvedimento in questa direzione, in stretto collegamento con l’Ufficio anagrafe, per rendere possibile l’inserimento nel documento di identità la disposibilità alla donazione da parte dei cittadini che ne facessero richiesta.

Una giornata di riflessioni, approfondimenti e testimonianze, dunque, per sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema così importante. Già si era svolta a Terrasini nelle settimane passate analoga iniziativa promossa e organizzata, anche in quel caso, da Antonello Randazzo Coordinatore UOC presso l’Ospedale Villa Sofia di Palermo cui hanno aderito alcuni medici qualificati nel settore dei trapianti.

locandina donazioneIl Sindaco Giangiacomo Palazzolo nel suo intervento introduttivo ha sottolineato l’importanza di questo evento che segue ai provvedimenti citati prima.

Particolarmente significative – oltre ai contributi informativi dei medici specialisti invitati – le testimonianze di Faro Leone, trapiantato di fegato quattro anni fa, e della Signora Giusi Salamone , madre di Gabriele Oliveri scomparso improvvisamente a 17 anni nel 2012 per un aneurisma cerebrale.

I suoi organi espiantati salvarono ben otto persone. «Siamo sicuri che così Gabriele continua a vivere» dice la madre.
Le fa eco Faro Leone: «Non finirò mai mai di graziare il mio donatore, che non consosco, né la legge mi consentirebbe di conoscere. Grazie a lui sono tornato a vivere».
i tre dell'aido


 

 

 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

babbo copertina
ULTIM’ORA: Babbo Natale finisce in mare. Salvato dalla Guardia Costiera di Terrasini e accolto sul molo dai bambini dell’Associazione Alba

  Mentre a bordo della sua slitta sorvolava il mare di Terrasini, si è addormentato per la stanchezza, scivolando giù....

Chiudi