Giacomo Greco lascia l’incarico di “Consulente Culturale” del Sindaco

 


Con un laconico quanto inusuale (per le modalità) comunicato pubblicato questa mattina sulla sua pagina Facebook, Giacomo Greco notifica al Sindaco di Terrasini Giosuè Maniaci le dimissioni dall’incarico a suo tempo affidatogli a titolo gratuito.

giacomo greco (2)

Giacomo Greco durante una manifestazione culturale a “Torre Alba” questa estate.

C’era d’aspettarselo questo esito dal momento che il ruolo che avrebbe dovuto ricoprire il nostro concittadino, molto noto a Terrasini anche per il suo temperamento, la sua ivacità e – diciamolo – indipendenza di giudizio, di fatto era stato marginalizzato, compresso.

Giacomo Greco – ne siamo certi – avrà sicuramente altri “luoghi” nei quali poter estrinsecare tutto il suo mondo culturale.

IL TESTO DEL COMUNICATO
«Cari amici, dopo qualche giorno di riflessione ho deciso di rinunciare all’incarico di consulente per la cultura. Non ritengo di dovere inoltrare alcuna lettera di dimissioni in quanto, di fatto,non sono mai stato “insediato”. E’ chiaro che le azioni valgono più delle parole e i fatti raccontano che per le attività culturali non è previsto in bilancio alcun avvaloramento. In pratica le risorse ci sono per i complessi musicali e per i comico-cabarettisti e non si trovano per le attività culturali. Voglio ricordare a tutti che il mio impegno sarebbe stato prestato in forma gratuita in un contesto in cui di gratuito non c’è proprio nulla. Ringrazio Giosuè per la pazienza e la benevolenza dimostrata nei miei riguardi e lo rimando a tempi migliori».

giacomo greco 2


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

2 comments on “Giacomo Greco lascia l’incarico di “Consulente Culturale” del Sindaco
  1. All’amico Giacomo vorrei dire: perché?
    So che ad uno come te è difficile aspettare, ma è peggio rimpiangere.
    Quando impeto e fuoco interiore dicono “rinuncio, vado”, serenità e speranza sussurrano “rimani”.

    Tra l’altro, da quel che mi risulta, i rapporti tra te e il sindaco sono di reciproca simpatia, e da tempo.

  2. Carissimo Ino, i rapporti personali non sono in discussione. Ho accettato l’incarico convinto che fosse intenzione dell’amministrazione promuovere la cultura come strumento di crescita a 360 gradi, ma i fatti parlano d’altro. Non ci sono le condizioni per continuare una inutile collaborazione, ma senza recriminazione o rancore.
    Mi dispiace solo di non essere stato utile come avrei voluto.

Comments are closed.

buone feste
Buone Feste A Tutti

   

Chiudi