Voce di donna fuori dal coro

 


Si tratta dell’opinione di Vanessa Leone, voce “fuori dal coro” che, ovviamente, prende di mira non il devastante fenomeno della violenza sulle donne, ma la retorica della celebrazione in sé della “Giornata mondiale”. Fa riflettere e, se non altro, rompe alcuni luoghi comuni.

 violenza 2

 

 


di Vanessa Leone


«Nel rispetto di tutte le donne vittime di violenza (violenza intesa in tutte le sue aberranti e subdole forme) voglio esprimere un mio personale pensiero su questo giorno e su alcune frasi fatte che lo contornano:“gentil sesso, abbiamo una marcia in più … e ragioniamo a grappoli anziché in linea retta”.

Proviamo a essere un po’ piu autocritiche. Ammettiamolo che sappiamo essere delle perfette stronze quando serve, che le nostre lingue sono tanto biforcute da far nascondere i cobra; che la cattiveria che siamo in grado di elargire noi … non ha eguali.

Siamo esseri umani, tutti, con punti di forza e grandi lacune che non contemplano la divisione per sesso.
Conosco grandi donne e piccoli uomini, così come conosco uomini di spessore e donne col cervello di una gallina.

La vera sconfitta è stata coniare il termine “pari opportunità”: in campo politico, per dirne una, non abbiamo conquistato nulla se la legge impone le quote rosa. Non si impone la presenza delle donne in politica laddove si dovrebbe pretendere la presenza di gente semplicemente capace.

Quindi, ogni mattina – che tu sia uomo o donna, non importa – alzati, lavora, regala bellezza, sii gentile, non usare la violenza e rispetta il prossimo (a qualsiasi sesso appartenga).

Ora ci siamo!


 

 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

COPERTINA
La Foto Del Giorno, Anzi Dei Giorni. “PICCOLO COSÌ”

  LA FOTO DEI GIORNI "PICCOLO COSÌ"  

Chiudi