Terrasini, sfabbricidi di fronte l’Isolotto di Cala Rossa. Su Facebook la segnalazione

 


Appare su Facebook con foto annesse. A lanciarla il noto ambientalista Ciccio Tocco detto Kayak.

Scrive testualmente: «Sapevate dell’esistenza di un COSA INUTILE, che ha fatto dei lavori nella propria abitazione e ha gettato in uno dei posti più incantevoli di Terrasini il materiale di scarto edile?». E invita ad associarsi per ripulire, ma un coro di dissensi gli risponde.

discarica 2Ciccio Tocco detto Kayak, essendo d’indole generosa, non si sottrae e lancia come è sua abitudine l’appello: «[…] Mi chiedo poi come abbia fatto, visto dove si trovano gli scarti; ha trasportato più di uno scarrabile di materiale edile in una costa ripida, con un sentiero stretto dal Lungomare Peppino Impastato senza aiuto meccanico? Come ha tolto e rimesso il guard rail? È impossibile di fatto credere che qualcuno abbia scaricato il materiale dalla strada. COMUNQUE, ADESSO VI CHIEDO, ci uniamo e togliamo tutti insieme questo materiale? Da oggi, CICCIOKAYAK TERRASINI, SI IMPEGNERÁ per togliere questo materiale di scarto da solo pietra per pietra o spero con il vostro aiuto, con associazioni di ogni genere, magari con alcune scuole, boy scaout, concordando data e modo».

isolotto cala rossaMa forse Ciccio non si sarebbe mai aspettato quelle reazioni negative in risposta al suo generoso appello che fanno indubbiamente riflettere. Ne trascriviamo una parte senza aggiungere altro. Chi ha orecchie e occhi per intendere, intenda:
D.P.: «il proprietario della villa non vede?»; R.C.: «Di rintra veni cu voscu tagghia!!»; G.C.: «Senza insinuare nulla, io vedo una villa con il portone dietro le macerie …»; F.T.: «Dici? Secondo me sono stati gli (NdR: spunta accanto una faccina di extraterrestre)»; M.A.: «Ma perche il comune non vede?»;  F.S: «Io glieli farei togliere a lui a forza di calci in culo»; G.C.: «Associarsi per pulire non è un sistema che ci garantisca la futura pulizia del territorio. Solo un vero controllo li potrà fermare. Bisognerebbe indagare sui cantieri aperti …valutando l’età degli inerti»; G.R.: «Con questa pulizia ad ogni costo dopo che le mandrie di incivili hanno insozzato, si veicola un messaggio del tutto sbagliato. Non solo cornuti, ma puru vastiniati. Gli organi facciano le indagini (non ci vuole molto), diano una punizione esemplare e poi io sarò il primo a raccogliere le pietre (e a tirarle in testa a chi so io). Ma nel nostro territorio è mai stata elevata una sola multa, una sola denuncia, è stato istruito un solo processo per questo tipo di reato ambientale? E allora, di che stiamo parlando?»;  V.M.: «Troppo facile … gli altri sporcano e noi puliamo … non va bene cosi … esistono ancora le istituzioni.????»; G.G: «Non possono e non debbono fare finta di niente … controllare, punire e ripulire non è compito dei volontari ma delle amministrazioni. Fotografate le discariche abusive e pubblicatele»; G.R.: «Utilizzare le energie per pretendere l’intervento delle autorità competenti. Prima le denunzie, le multe e i processi, e poi puliamo. Ora ne abbiamo le scatole piene. Sindaco, vigili urbani, dove siete?».


Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

????????????????
Residenti centro storico contro movida selvaggia. La protesta di ieri sera coi cuscini (Tranquilli, è Palermo)

  Infelicemente uniti a Terrasini, centinaia a Piazza Pretoria per rivendicare il diritto a dormire seralmente. I residenti del centro...

Chiudi