TERRASINI, L’OPPOSIZIONE: «Perso un milione di finanziamento per il CCR»

 


Il nostro giornale vi aveva fatto riferimento qualche giorno fa, esattamente all’indomani dei risultati elettorali, in un articolo intitolato “Mentre a Cinisi ribolle l’abusivismo assessoriale, a Terrasini salta il CCR”.

ccr dall'alto

L’area destinata al nuovo e definitivo CCR posta sulla SS113 vista dall’alto

Oggi riceviamo sullo specifico argomento una nota a firma di 9 consiglieri di opposizione: Gianfranco Puccio, Maria Antonietta Galati, Dario Giliberti, Antonio Militello, Nicola Ventimiglia, Giuseppe Caponetti, Grazia Ventimiglia, Eva Deak e Fabio Viviano.

Fra questi consiglieri non può sfuggire il nono, Fabio Viviano, che fin dall’inizio del suo mandato (eletto in una lista di Antonio Giannettino) aveva assunto una linea non ostile (di fatto un appoggio esterno) nei confronti della Giunta guidata da Giosuè Maniaci.

Il fatto che oggi – ci sia consentito di entrare nel merito – il suo nome compaia fra i “tradizionali” otto firmatari potrebbe essere interpretato che si è entrati in una fase politica di “fibrillazione” interna ed esterna alla compagine amministrativa (scusate la prosaicità: poltrone). La sensazione, poi, è confermata da quanto accaduto ieri in Consiglio dove Viviano ha ripetutamente votato con l’opposizione, battendo altrettanto ripetutamente la maggioranza su punti non secondari come i compensi al Collegio dei Revisori e l’affidamento del servizio riscossione tributi a Riscossione Sicilia.

Il prossimo 20 novembre cade un altro appuntamento, questo sì determinante: discussione e approvazione del Bilancio, lo strumento-motore di una qualsiasi amministrazione senza il quale l’Aula di Palazzo la Grua può svegliarsi vuota. Vedremo in quell’occasione se le nostre “premonizioni” sono del tutto campate per aria o solo per metà.


MA ECCO A QUESTO PUNTO IL COMUNICATO PERVENUTO QUEST’OGGI IN REDAZIONE DI CUI DIAMO CONTO FEDELMENTE E INTEGRALMENTE.

«Mentre il Sindaco insegue sogni di gloria, Terrasini perde il finanziamento del CCR

«Mentre l’amministrazione a suon di installazioni provvisorie è impegnata a vendere sempre più fumo ai cittadini, per inseguire personalissimi sogni di gloria, Terrasini perde il finanziamento di un milione di euro per la realizzazione di un Centro Comunale di raccolta in un terreno confiscato alla mafia ed affidato dalla prefettura al comune.

«E così mentre la vicina Cinisi continua ad arricchirsi di infrastrutture e opere finanziate, tra cui lo stesso CCR, Terrasini continua a rimanere al palo anche rispetto ad un opera dal grande valore anche simbolico, trattandosi di un area confiscata al malaffare mafioso.

«È chiaro che ad oltre un anno e mezzo dall’insediamento dell’amministrazione Maniaci, le chiacchiere stanno a zero. Un amministrazione ormai senza nessuna maggioranza, che continua a prendere in giro i terrasinesi a suon di promesse non mantenute, a cominciare dal gravissimo tradimento del programma elettorale sulle indennità di carica e che si batte per la realizzazione di un mega centro di compostaggio e stoccaggio rifiuti ad opera di privati, per poi perdere il finanziamento pubblico sul Centro Comunale di Raccolta.

«Un amministrazione che si vanta della puntualità sul bilancio per poi portarlo in aula quando l’anno è ormai finito. Un amministrazione che continua a giocare con i lavoratori precari e con l’integrazione oraria. Un amministrazione che rischia di far perdere il finanziamento sul depuratore e che aspetta chissà quali altre elezioni per aprire il canile sanitario, ormai pronto da tempo.

«I gruppi di opposizione, ormai in netta maggioranza, chiederanno un apposito consiglio comunale per verificare le responsabilità dell’ennesima occasione mancata da parte di un amministrazione il cui unico obiettivo sembra ormai quello di apparire.».

TERRASINI 10/11/17


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ordine del giorno cinisi
Cinisi verso un Consiglio rovente. Il Primo cittadino chiamato a chiarire i casi di abusivismo edilizio di assessore e capo ufficio tecnico. Documento del Pd

  Il Sindaco: «Scomparse dall'Ufficio oltre 200 pratiche di sanatoria edilizia ... Non fermeranno l'azione di rinnovamento degli uffici». E...

Chiudi