Cinisi verso un Consiglio rovente. Il Primo cittadino chiamato a chiarire i casi di abusivismo edilizio di assessore e capo ufficio tecnico. Documento del Pd

 


Il Sindaco: «Scomparse dall’Ufficio oltre 200 pratiche di sanatoria edilizia … Non fermeranno l’azione di rinnovamento degli uffici».
E intanto, dopo il documento del “Movimento “la Ri Generazione” pubblicato dal nostro giornale l’altro ieri, ci perviene una presa di posizione del Pd: «Il sindaco cerca di giustificare l’ingiustificabile».

aula_consiliare_cinisi-e1492780848903

Confermata, dunque, la convocazione straordinaria del Consiglio Comunale sul grave caso di abusivismo edilizio che vede direttamente coinvolti l’assessore Mimmo Scrivano (dimessosi ieri) e la moglie del responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune Vincenzo Evola (dimessosi dall’incarico nei giorni scorsi).

Il clima – come è prevedibile in questi casi – si preannuncia rovente con accuse e sospetti incrociati. L’Ordine del Giorno fissato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Manzella è molto netto e ad esso (unitamente alle note delle opposizioni) il Sindaco Giangiacomo Palazzolo dovrà rispondere per chiarire i termini della vicenda.

I suoi contorni, poi, si sono arricchiti in queste ultime ore di ulteriori elementi appresi dalle dichiarazioni dello stesso Primo Cittadino rilasciate ad alcuni organi di stampa  (lettera anonima e scomparsa di centinaia di pratiche di sanatoria edilizia). Nell’ultima intervista al Giornale di Sicilia  e alla emittente televisiva locale T.O. (entrambe giovedì 9/11) adombra fatti e circostanze che meritano di essere chiariti e approfonditi nelle sedi opportune come, ad esempio, il Consiglio.

La lettera anonima – va infine sottolineato anche alla luce di quelle dichiarazioni – se da una parte rappresenta in sé una fra le più antiche pratiche di vigliaccheria umana e politica, dall’altra è pur vero che in essa sono contenuti precisi e circostanziati elementi di cui la Procura per prima non ha potuto prescindere, tant’è che gli stessi Uffici comunali preposti ne hanno tratto le dovute conseguenze (ordinanze di demolizione).


L’O.D.G della Seduta di LUNEDÌ 13 ALLE ORE 21.00 e a seguire il documento del PD di Cinisi
convocazione consiglio cinisi 2
simbolo pdIL TESTO INTEGRALE DEL DOCUMENTO DEL GRUPPO CONSILIARE PD

«Il Partito Democratico di Cinisi prende atto delle dimissioni dell’Assessore Girolamo Scrivano presentate ieri 9 novembre 2017.
Riconosciuto l’impegno profuso dall’ex Assessore nel corso del suo mandato, è pur evidente che – vista l’ordinanza di demolizione emanata il 31.10.2017 dallo stesso Ente che amministrava – le sue dimissioni erano più che dovute.

Occorre, però, fare chiarezza su un punto: non è la missiva anonima (strumento che il PD respinge con fermezza) ad avere provocato le dimissioni dell’assessore e del capo dell’Ufficio Tecnico, bensì il loro coinvolgimento nel caso di abusivismo edilizio. Questo è ciò che il Sindaco avrebbe dovuto rilevare invece di spostare l’attenzione sul contenuto dello scritto.


Apprendiamo inoltre da una dichiarazione del sindaco, rilasciata agli organi di stampa, di una presunta sparizione di 266 pratiche di sanatoria edilizia, episodio gravissimo di cui ci auguriamo siano state effettivamente informate le autorità preposte.

Il Partito Democratico accoglie quindi favorevolmente la convocazione con carattere d’urgenza del consiglio comunale augurandosi di non dovere ulteriormente assistere, almeno in sede istituzionale, ad altre “arringhe difensive” del sindaco, utili a cercare di giustificare l’ingiustificabile, ma ad atteggiamenti consoni a riportare serenità e chiarezza all’intera comunità di Cinisi ancora una volta, a causa di quest’amministrazione, finita sotto i riflettori per eventi, fatti e circostanze che non le rendono onore.».

I Consiglieri Comunali del Partito Democratico
Salvatore Catalano, Vera Abbate e Caterina Palazzolo


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

terrasini cinisi
TERRASINI-CINISI. MENTRE A CINISI RIBOLLE L’ABUSIVISMO ASSESSORIALE, A TERRASINI SALTA IL CCR

  CHIUSE LE URNE SI TORNA AI PROBLEMI Chiusa la competizione elettorale, che a Terrasini ha visto protagonisti il Primo...

Chiudi