Terrasini, 1 settembre: da tre secoli lumini, scampanio e … qualcosa in più

 


Anche quest’anno l’Amministrazione comunale ha organizzato una manifestazione che vede coinvolti i cittadini in un percorso di luci e musiche che partirà dal mare per concludersi in Piazza Duomo dove una voce narrante ricorderà quanto accaduto nel 1726. La ricorrenza si concluderà alle 23.45 con lo scampanio e a mezzanotte con la funzione liturgica in Chiesa Madre. Infine il Te Deum.

copertina lumini

Si rinnoverà questa sera un’antichissima tradizione.
Qualche minuto prima della mezzanotte, le campane della Chiesa Madre suoneranno a stormo, mentre i fedeli davanti alle proprie abitazioni accenderanno dei lumi attorno ai quali si raccoglieranno in preghiera.

lumini 2

Lo scorso anno in Piazza Duomo

Si tratta di una tradizione dai contorni popolari e religiosi tramandata di generazione in generazione e le cui origini risalgono a quasi 300 anni fa quando un violento terremoto, l’uno settembre 1726, interessò la città di Palermo e i comuni vicini.

Da allora, in segno di gratitudine per lo scampato pericolo, a Terrasini la notte del primo settembre si ripete il rito: suono delle campane e lumi accesi per le vie del paese.

lumini 3

Un momento nel Duomo lo scorso anno.


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

banner
“Un mare di libri”. Ultimo appuntamento tra parole e musica

  Si conclude domani, giovedì 31 agosto, alle ore 19. Si presenta "Una strada tra le onde" di Lorenzo Mercurio....

Chiudi