LA BAIA DI SAN CATALDO TORNA IN PRIMO PIANO CON LEGAMBIENTE

 


Sul recupero e la salvaguardia della Baia di San Cataldo, anche LEGAMBIENTE, insieme con le individualità, le associazioni, i movimenti politici e i comitati cittadini che si sono da sempre distinti in questa complessa difesa del territorio, dà appuntamento ai cittadini e alle cittadine nel pomeriggio di domenica 27 agosto. Una manifestazione diversa dal solito. Già l’adesione del Comune di Trappeto e Terrasini.

legambiente s. cataldoE così, mentre il Sindaco di Terrasini con un gruppo di ambientalisti guidati dal partinicese Francesco Loria e dal terrasinese Antonio Catalfio ha effettuato pochi giorni fa un nuovo sopralluogo per capire come ripristinare le strade d’accesso pubbliche alla baia, avviarne la pulizia e tentare di imporre la presenza dello Stato in quell’area, Legambiente, da parte sua, promuove una manifestazione di protesta volta a sensibilizzare l’opinione pubblica, premendo ancora sugli Organi istituzionali competenti  – con in testa le Amministrazioni comunali direttamente interessate – perchè sia arrestato il degrado del sito ancor oggi  – nonostante tutto –  di assoluto pregio naturalistico e potenziale fonte di ricchezza per i territori limitrofi.

SAN CATALDO

Una delle stradine riprese da sopra e da basso. A sinistra il Sindaco Giosuè Maniaci con Antonio Catalfio


LA NOTA DI LEGAMBIENTE

Dopo decenni di battaglie ambientaliste, la situazione alla foce del Nocella, e in tutta la baia di San Cataldo, è sempre la stessa: squallore, degrado, sporcizia e abbandono. La Baia di San Cataldo è uno di quei posti, ad elevato potenziale turistico, ma da tempo precipitata nel buio. Il nostro territorio dovrebbe essere ricco soltanto per il turismo e, invece, qui da noi il turismo non è mai riuscito a decollare, Quale turista vorrebbe venire una seconda volta, dopo aver visto il degrado che ci circonda?
Riappropriamoci della bellezza ed impegniamoci con tutte le nostre forze a far tornare la baia di San Cataldo al suo antico splendore.

Domenica 27 agosto, nel pomeriggio, ci incontreremo lì, non con la solita manifestazione; saremo lì per protestare al contrario, facendo rivivere “in positivo” per una sera un posto di alto valore naturalistico/ambientale/storico, ma al contempo totalmente degradato da anni di soprusi e di violenze ambientali. C’è ancora del bello a san Cataldo? secondo noi si! allora chiediamo a tutti voi/noi di aiutarci in questo intento, che sarà, ci auguriamo, il primo appuntamento di una lunga serie.

Ore 17:00 – Benedizione degli animali
Ore 17:30 – I bambini in marcia di speranza
Ore 18:00 – Riflessioni
Ore 18:30 – Yoga al tramonto.Si consiglia abbigliamento comodo ed un tappetino.

Manifestazione organizzata da Legambiente Sicilia, Legambiente Partinico, Legambiente Isola delle Femmine e dall’Associazione Il Giardino di Beatan.

Nel corso della manifestazione i bambini porteranno con loro la propria lanterna, simbolo di luce.
SABATO 26 AGOSTO ORE 15:30 Lanterne e bandiere dipinte verranno realizzate da bambini ed adulti nell’ ambito di un laboratorio di attività manuali curato dal giardino di BeaTan e Legambiente Partinico.
Per info ed iscrizioni:
366 5795372
333 4754924

foto antica san cataldo

San Cataldo fra la fine dell’800 e i primi del ‘900   (foto archivio B. Giambona)


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

copertina trame e trine
Cinisi, il “Quinto Canto” All’Insegna Della Sicilianità: «La Vita è Un Arazzo». Mostra Di Trame e Trine

  «La vita è un arazzo  - scrive la grande Isabel Allende - e si ricama giorno dopo giorno con...

Chiudi