STIPENDI ARRETRATI AGLI OPERATORI ECOLOGICI. Il sindaco: «Ecco il perchè dei ritardi» – intervita video –

 


Dopo il precedente servizio sullo stato di estremo disagio in cui versano i lavoratori del Servizio rifiuti a causa dei forti ritardi nella corresponsione degli stipendi, torniamo oggi sull’argomento con una intervista video al Sindaco Giosué Maniaci e all’Assessore all’Igiene pubblica Angelo Cinà.

copertina sindaco stipendi spazziniil cartello degli spazziniNell’intervista si toccano anche altri punti dell'”universo spazzatura”: il ritardo sull’avvio dell’ARO col Comune di Cinisi, i tributi sui rifuti pagati come sempre dagli stessi cittadini e, infine, lo stesso sindaco precisa l’ultimo atto in preparazione della Giunta riguardante la stazione di compostaggio-stoccaggio prevista in Contrada Paterna-Zucco e sul cui esito, che dovrebbe ufficialmente conoscersi a breve, si appuntano gli occhi di molti.

LA VIDEO INTERVISTA


Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

, ,
2 comments on “STIPENDI ARRETRATI AGLI OPERATORI ECOLOGICI. Il sindaco: «Ecco il perchè dei ritardi» – intervita video –
  1. Troppe cose oscure in questa intervista !! Intanto ci sono debiti nei confronti dell’ATO che risalgono al 2014, 2015,….e non si sa fino a quando. Immagino che questi debiti aumenteranno in quanto è già arrivata la diffida e messa in mora (spero che sia la prima !). E, dal momento in cui è arrivata si iniziano a pagare interessi sulle fatture arretrate, per cui aumenta il debito ulteriormente. A questa diffida, probabilmente seguirà un Decreto ingiuntivo, come da prassi. La spesa, quindi aumenterà ulteriormente, tranne che i motivi per non avere pagato le fatture pregresse siano tutti a favore del Comune di terrasini (!!??). Intanto il Sindaco afferma che le fatture di febbraio e marzo non sono pervenute al Comune e, quindi non si può pagare il personale su quelle. Poi, io non sono riuscita a capire quali fatture sono bloccate per i pignoramenti (pignoramenti di chi ?? ATO o altri?) Evidentemente non le nuove (gennaio, febbraio e marzo 2017),se afferma che non si pagano gli Operai perchè non sono pervenute. Comunque, ribadisco, che se il Comune di Terrasini attualmente ha debiti, dovrebbe darsi una calmata. Noi sappiamo soltanto di questi debiti, ma potrebbero essercene altri !! Infatti, in un Comune virtuoso, prima si pagano i debiti, poi si provvede a riparare e sistemare tutto ciò che è necessario e urgente e poi si pensa, eventualmente, a spendere per feste locali. Spero che il Giornale possa fare chiarezza e pubblicare sulla questione. E, a proposito, approfitto di questa pagina perché ho sentito un’altra corbelleria che gira per il paese e spero che non sia vera: che si vorrebbe chiudere la piscina pubblica. L’unica cosa che crea alternative alla strada da parte dei giovanissimi. Mi auguro che questa cosa non si faccia perché sarebbe abominevole togliere questo unico sfogo ai ragazzi. Anzi, mi auguro che chi di dovere, metta al più presto anche un campetto da calcio a disposizione dei ragazzi che hanno voglia di giocare. Per strada non si deve giocare a calcio perché è considerato un gioco pericoloso. Ma, in alternativa, si deve dare ai piccoli e meno piccoli, l’opportunità di giocare a calcio in luoghi adatti a questo.

  2. VEDRETE CHE PER PAGARE LE INDENNITà AI NOSTRI AMMINISTRATORI PERò NON CI SARANNO RITARDI… PER GLI OPERATORI ECOLOGICI POTRANNO ATTENDERE CON BUONA PACE DELLE PROMESSE FATTE… NON CAMBIA MAI NULLA

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
copertina coro
Le Voci Bianche e dell’Arcobaleno del Teatro Massimo concludono la Mostra dei Santini

  Soltanto chi è dotato di una rara abilità potrebbe oggi annoiarsi a Terrasini. Lo testimoniano le innumerevoli iniziative letterarie...

Chiudi