Spazzini esasperati: «Stiamo perdendo la dignità di uomini». Senza stipendio da gennaio

 


«Non solo non ci pagano, ma non siamo tutelati neanche nella nostra salute – ci dice un operaio fuori dai denti -: niente vaccini, controlli medici quasi a zero, niente attrezzature primarie come scarpe, guanti ed altro».
«Siamo solo buoni a essere spremuti come limoni – incalza un altro – e bravi a far fare bella figura agli amministratori i quali però sono tutti pronti, dal primo all’ultimo, a prendersi gli stipendi di amministratori. Per loro li trovano sempre i soldi …!».

All’ingresso del CCR spicca un cartello con su scritto: «Ci avevano fatto sognare, ma siamo ritornati al punto di partenza. Da oggi sono 4 mesi. La favola continua. Vergogna».

il cartello degli spazzini


di Giuseppe Ruffino


cartello protesta 2

Il cartello comparso un paio d’anni fa

“Al punto di partenza”, dunque, né più e né meno come ai tempi di Cucinella allorquando una mattina comparve, nello stesso punto, un analogo cartello di protesta. Questa volta brucia loro in corpo il fatto che prima di Pasqua – dicono – l’attuale sindaco Maniaci aveva loro promesso il pagamento di tre mensilità arretrate su quattro. Ma già dall’altro ieri avevano avuto sentore che quella promessa non sarebbe stata mantenuta. E allora hanno tagliato la testa al toro e chiesto un incontro urgente con i responsabili dell’amministrazione. Presente, oltre al sindaco, il suo vice Angelo Cinà.

Si sentono ingannati i nostri operatori ecologici: «Il sindaco, per tenerci buoni, ci aveva promesso, pochi giorni prima di Pasqua, il pagamento di 4 mensilità per non far brutta figura se il paese rimaneva sporco e ora, passata la festa, ci dicono che non sarà possibile e che potranno pagarci a stento una mensilità».
«I debiti ci stanno mangiando vivi: le scoperture in banca, che ora non vogliono più concederci, le tasse … la luce che se non paghiamo ci tagliano … i figli … le medicine … la scuola … la spesa per mangiare …». Tutto questo, insieme con la loro rabbia, hanno rovesciato sul piatto della bilancia.

Ci avevano contattato in mattinata e siamo andati a incontrarli senza indugio dinanzi al CCR sulla Statale 113. Abbiamo toccato con mano l’esasperazione, abbiamo visto la rabbia nei loro occhi, abbiamo udito frasi irripetibili. Poi siamo tornati a casa a scrivere questo maledetto articolo che non avremmo vai voluto scrivere, lasciando sul loro posto di lavoro “infruttuoso” questi padri di famiglia che lavorano sodo, ma che da quattro mesi sono ancora lì ad aspettare. Ora dicono basta e minacciano di tirare in ballo i sindacati.

Domani la parola al Sindaco Giosuè Maniaci.


Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

,
5 comments on “Spazzini esasperati: «Stiamo perdendo la dignità di uomini». Senza stipendio da gennaio
  1. In effetti tutto questo è molto ingiusto…e mettiamoci anche centinaia di disoccupati a Terrasini e i giovani che scappano tutti via….Bisogna affrontare anche,e soprattutto, i problemi e i bisogni della gente comune…dei cosiddetti “invisibili”.!!

    • Cara Annalisa anche se non più nel territorio anche io sono un Favarottaro.Purtroppo il problema della disoccupazione giovanile e non e’ di interesse generale non solo di Terrasini.io vivo a New York che per lunga non la voglio paragonare al nostro paesino,ma quello che capisco ma allo stesso tempo non accetto e’ perche’ non si sfruttano le strutture che gia abbiamo?una su tutte Citta’ del mare imponente resort che si affaccia su una cornice meravigliosa che è il Golfo di Castellamare e’ possibile che nessuno e parlo di persone con i soldi,ci veda su questa struttura?tanti posti di lavori bruciati con gli anni, mai rinnovato,praticamente abbandonato,per non parlare delle tante malefatte ai danni dei lavoratori storici della struttura,vistosi anno dopo anno perdere il lavoro a danni di altri più giovani e raccomandati.Purtroppo di lavoro e possibilità ce ne sono pochine cara Annalisa ma quello che non funziona bene e’ la mentalità del Siciliano,la cultura della raccomandazione la stessa che ci fa sentire uomini importanti, nel sapere che conosciamo il tale che si chiama Don Ciccio…..buoni intenditori poche parole.Un Saluto a tutti i miei compaesani e la cara redazione di Terrasini Oggi,e a te Annalisa.

  2. Di Don Ciccio infatti io non ne conosco signor Paolo..Per il resto approvo il suo commento..riguarda tutta l’Italia (la Sicilia ancora peggio)il problema della disoccupazione,giovanile e non.Ps:la informo che Città Del Mare riaprirà.

  3. VA BENE… GLI SPAZZINI SENZA STIPENDIO PERò IL SINDACO POTRà PRENDERE L’INDENNITà CONTRARIAMENTE A QUANTO AVEVA DETTO IN CAMPAGNA ELETTORALE… E Mò L’HO DETTO… MEDITATE GENTE MEDITATE

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
copertina carmelo carrara
INDAGATO CARMELO CARRARA EX SINDACO DI TERRASINI

  Carmelo Carrara (*), ex magistrato, ex deputato dell'Udeur ed ex sindaco Cdu di Terrasini dal 1997 al 2002 è...

Chiudi