L’ULTIMA CENA RIVIVE DA TRE SECOLI NELLA CHIESA DEGLI AGONIZZANTI (video)

 


Rivive da tre secoli quasi immutabile, con le sue regole, i suoi tempi e i suoi spazi, l’ultima Cena all’interno della piccola chiesa posta alle spalle del Duomo. Anche quest’anno, come sempre, la lavanda dei piedi ai 12 Apostoli e la spartizione del grosso Agnello di “martorana”, simbolo del sacrificio di Gesù Cristo. Il programma di quest’anno.

tavolo

La “Congregazione Maria SS. degli Agonizzanti” è in assoluto la più antica istituzione laico-religiosa di Terrasini, con connotati solidaristici di grande rilevanza sociale, fondata nel 1733 da professionisti e notabili del paese allo scopo di arginare la “invadenza” dei frati benedettini di Cinisi

Nella Chiesetta situata alle spalle del Duomo, in occasione della Pasqua, si imbandisce la tavola per la Cena degli Apostoli, ovvero l’Ultima Cena che culmina il Mercoledì Santo in una cerimonia con preciso riferimento simbolico all’Agnello Pasquale e all’abluzione dei piedi ai 12 Apostoli (confrati estratti a sorte la Domenica delle Palme dopo la Messa Vespertina). È lo stesso Confratello Superiore della Congregazione a estrarre a sorte i nomi di coloro che assumeranno il ruolo di Apostoli, e sarà sempre lui a mettersi al servizio dei confratelli con l’atto della lavanda dei piedi.

Per la prima volta, dopo tanti anni, il suggestivo rito, quasi unico nel suo genere o che, per lo meno, si è conservato quasi intatto dopo trecento anni, vedrà l’assenza, per i ben noti problemi di salute, dell’illustre anziano, ma sempre lucidissimo nostro concittadino, Mons. Luigi Bommarito, Arcivescovo Emerito di Catania. Quat’anno la Cerimonia sarà officiata dal Parroco Don Renzo Cannella.

La Cena, unica nel suo genere, anche per gli addobbi di grande valore artistico e pregio artigianale, ha una indiscutibile valenza storico-culturale.

abluzione 1LA LAVANDA DEI PIEDI
Nella liturgia cattolica  -ricca di molti segni, cioè di azioni eloquenti e gravide di significato-  vi è un gesto che viene compiuto solo una volta all’anno, all’inizio dei tre giorni di memoria e celebrazione della passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo: la lavanda dei piedi. Questa azione è ispirata dal quarto vangelo, quello di Giovanni. L’immagine di Gesù, il Maestro che lava i piedi ai discepoli, è diventata performativa nella vita cristiana. Ciò che avrebbe dovuto compiere il subalterno, il minore, viene fatto dal maggiore, dal Signore, da chi ha autorità, perché l’autorità nella chiesa è servizio; è far crescere l’altro, è servirlo e non essere serviti.

IL PROGRAMMA INVIATOCI DAL PRESIDENTE DELLA CONGREGAZIONE

Cena degli Apostoli anno 2017

Domenica delle Palme (9/04), dopo la messa delle ore 17.00, sorteggio dei 12 Apostoli che siederanno alla mensa il mercoledì 12/04.
Martedì 11/04, ore 10.00, inaugurazione e benedizione della “Cena degli Apostoli”.
   La visita del pubblico fino alle ore 13.00 e dalle ore 17.00 alle ore 24.00.

– Mercoledì 12/04, ore 17.00, celebrazione Eucaristica (con lavanda dei piedi e rito
dell’Agnello Pasquale). Cerimonia officiata dal Parroco
Don Renzo Cannella.

Giovedì 13/04, dalle ore 24.00 alle ore 12.00 di venerdì 14/04, i Confrati a turno faranno la veglia all’esposizione del Santissimo (detto Sepolcro) in Madrice.

Venerdì Santo, 14/04, ore 20.00, partecipazione dei Confrati e Consorelle alla processione del Cristo morto e dell’Addolorata.

L’INTERVISTA
al
Superiore della Congregazione Giacomo Pedroli realizzata nel 2013


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

,
One comment on “L’ULTIMA CENA RIVIVE DA TRE SECOLI NELLA CHIESA DEGLI AGONIZZANTI (video)

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
mastru damiano
DUE APPUNTAMENTI IN UNO: la Mostra fotografica sull’ultimo carradore di Terrasini e la Conferenza dell’antropologa Rita Cedrini su “L’albero di li Schietti fra storia e tradizione”

Due aspetti di rilievo della cultura contadina sabato 8 si concretizzeranno in due momenti consecutivi strettamente connessi fra loro e...

Chiudi