Grazie al Liceo Linguistico di Terrasini, la prima assoluta in Sicilia del film “Oltre La Linea Gialla”

 


Per gli studenti la proiezione al “Cine Alba” di Cinisi giovedì 23 febbraio. Il giorno dopo resterà in cartellone per il pubblico pagante. Il trailer del film.

“Oltre la linea gialla”, opera prima di Andrea Cacciavillani e Tonino Di Ciocco realizzata ad Agnone (Molise) nel 2016, una grande metafora sui sogni e sulle aspirazioni umane. Il film, completamente autofinanziato, appartiene al filone della cinematografia indipendente. Il 23 gli Autori saranno presenti al Cine Alba di Cinisi insieme con l’attore protagonista Gianni Salamone. In questo modo il Liceo Linguistico, nel volgere di pochi mesi, fa ancora parlare di sè con un’inizitiva culturale di tutto rispetto. Coinvolte anche le Scuole Medie di Terrasini e Cinisi.

film

A illustrarci l’iniziativa è la Professoressa Maria Rita Vescovo, vice dirigente del Liceo. «L’idea che oggi si sta concretizzando  – ci spiega la professoressa – nacque qualche tempo fa, avendo io una conoscenza diretta con uno dei protagonisti del film. Esposi il progetto alla mia Dirigente, la Prof.ssa Daniela Crimi, che subito acconsentì».

studenti

Una classe del Linguistico in visita a Palermo

E dunque, il nostro Liceo, da decenni inserito nella nostra realtà territoriale, con questa iniziativa va “oltre la linea gialla”, moltiplicando, soprattutto in questi ultimi tempi, le occasioni di interscambio col tesuto sociale che lo circonda. Già quest’anno, infatti, sono stati diversi i momenti di questo – se ci è consentito di dire – nuovo percorso che non potrà non giovare alla formazione culturale dei nostri giovani studenti. Ricordiamo, ad esempio, l’“Intervista impossibile” a Franca Viola, la ragazza che negli anni Sessanta subì violenza e rifiutò il matrimonio riparatore. “Intervista” scritta e e messa in scena dalle studentesse a Palazzo d’Aumale lo scorso 30 novembre; e ancora, sempre in riferimento al Museo d’Aumale, la convenzione firmata per dar vita all’alternanza scuola lavoro; oppure l’Open Day di qualche giorno fa sull’accoglienza delle nuove iscrizioni per il prossimo anno scolastico; e ancor prima, a Natale, il bel coro nella nostra Chiesa Madre.
Dunque la line gialla è stata superata nel senso che il treno della scuola ha iniziato a muoversi nella giusta direzione.

Ma andiamo al messaggio centrale del film che potremmo così riassumere: “Il sogno – se si crede in se stessi – racchiude la speranza nel futuro”. I nostri giovani studenti avranno modo e tempo di riflettere e discutere (perchè no, anche in lingue diverse) fra loro e con i loro docenti sulla genesi del film, sulle diverse sfaccettature dell’opera e sulle conseguenti prospettive che il perseguimento di un sogno comporta.

Perseguire il proprio sogno, credere fino in fondo in se stessi, significa appagare lo spirito che dispiega la vita (non solo in senso utilitaristico). Qualcuno – a tal proposito – amava dire: “riempi di vita i giorni e non di giorni la vita”. Come dargli torto dinanzi a un mondo sempre più privo di valori e di ideali? E probabilmente Oltre la linea gialla, la linea tracciata parallela ai binari sui marciapiedi delle stazioni, che può essere oltrepassata soltanto per salire sul treno … della vita, anche questo vuol dirci.

Buona visione e buona fortuna, ragazzi.


  • Genesi e struttura del film  ⇒ per saperne di più clicca QUI

13512188_512833825585103_8811673889476707544_n“Oltre la Linea Gialla” racchiude le esperienze di uno scrittore-poeta (Andrea Cacciavillani) e di un regista-musicista (Tonino di Ciocco), autori e registi del film. Nasce inizialmente come “concerto teatrale”, per poi essere trasformato in un progetto cinematografico, conservandone, comunque, le stesse caratteristiche di linguaggio teatrale e musicale. Infatti, nel lungometraggio, il palcoscenico è l’elemento preponderante che assume diverse valenze per il protagonista: è il luogo della sua mente, dove esterna i suoi pensieri e dove, di fatto, si concretizza il suo sogno musicale.Tenendo fede alle caratteristiche musicali del film, la storia diventa il naturale soggetto e l’ambiente delle canzoni (inedite ed originali degli stessi autori). La teatralità e musicalità pop esaltano l’originalità del film, e nello stesso tempo gli conferiscono leggerezza e ritmo.

  • Trama

Alex, cantautore 40enne, nell’eterna indecisione di proporre la propria musica, sbarca il lunario suonando nei locale della sua trailercittadina. Il suo carattere si scontra con quello deciso e sicuro di Mara, la sua donna, avvocato in carriera. Questa diversità diventerà la causa dell’abbandono di Mara, ed il motivo per Alex per rivedere la sua vita per cercare di rimediare agli errori commessi.

IL TRAILER UFFICIALE DEL LUNGOMETRAGGIO


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

,
Leggi articolo precedente:
COPERTINA
IL COSTONE FRANOSO E QUELL’INTERROGATIVO CHE ASPETTA UNA RISPOSTA

  La riapertura delle indagini sulla tragica fine di Giuseppe e Francesca impone, fra gli altri, un interrogativo fondamentale. La...

Chiudi