“Musica Contro Le Mafie”: il Collettivo Impastato Partecipa Al Concorso Nazionale

 


“Cavalieri senza tempo”, così si intitola il brano musicale di Claudio Di Mercurio col quale il Colletivo Peppino Impastato di Cinisi-Terrasini partecipa alla selezione del Concorso nazionale di “Musica contro le mafie” giunto alla VII Edizione. Il Collettivo musicale nacque nel 1978 all’indomani dell’assassinio del militante comunista. Siamo andati a trovarli a “Casa 8 Maggio”  (in un’ala dell’ex “casa Badalamenti”) per farci spiegare come avverrà la selezione e tanto altro ancora.

collettivo

 

cca-si-cantaIl laboratorio di prova e registrazione è poco più di uno stanzino, ma c’è l’essenziale, attrezzato e insonorizzato con i classici fogli in lattice fissati tutt’intorno. Ma soprattutto colpisce il doppio senso della scritta in alto, sulla cabina a vetri, che rappresenta la rottura con la sub-cultura mafiosa: “Cca si canta”.

Vi troviamo, occupati a regolare le apparecchiature, tre dei cinque e o sei degli attuali componenti del Collettivo: Carlo Bommarito, Giovanni Riccobono (due fra i componenti storici del gruppo) e Claudio Di Mercurio, inseritosi in seguito, autore del brano in concorso.

collettivo-storico

Il Collettivo nel 1980

Figure storiche – si diceva – sia dal punto di vista della militanza politica che dell’impegno culturale di cui la musica è sempre stata al centro. Certo, negli anni, è avvenuto un ricambio anche generazionale, dovuto a vari motivi (lavoro, scelte diverse come quella di Francesco Impastato (penultimo nella foto in alto) trasferitosi molti anni fa in Germania o Salvo Vitale, da qualche anno non più attivo nel Collettivo “per raggiunti limiti di età”, come scherzosamente ci spiegano.

 

carlo-bommarito

Carlo Bommarito

A proposito della “centralità” della musica in quanto opportunità di aggregazione sociale, l’ing. Carlo Bommarito, che si divide fra impegno politico e ricerca nel campo delle energie alternative, puntualizza che la decisione di concorrere alla Rassegna di “Musica contro le mafie”  scaturisce dal bisogno «di rilanciare nel territorio, e in particolare a Cinisi, questo bene confiscato alla mafia (NdR ex casa Badalamenti) in cui ci troviamo, aprendolo ai giovani».

giovanni-riccobono

Giovanni Riccobono

Quando dal 1978 all’81 il Collettivo toccò diverse piazze e scuole di mezza Italia  – spiega Giovanni Riccobono «svolse sicuramente una funzione di “informazione”  di base importante sulla figura di Peppino Impastato e su quanto di tragico era accaduto a Cinisi nel contrasto alla mafia locale. Fu un lavoro decisivo che, probabilmente, contribuì anche all’idea del film “I Cento Passi”. Il Collettivo  – prosegue Riccobono – realizzò nell’80, presso la Casa discografica “La Pera” di Bologna, un LP che, in un certo senso, è una pietra miliare della musica anti mafia. Poi il gruppo nell’81 si sciolse per motivi legati alle vicissitudini della vita … chi emigrò, chi si sposò … In seguito è sopravvenuta la ricostituzione in occasione del 25° della morte di Peppino, con l’inserimento di nuovi componenti come lo stesso Claudio Di Mercurio, Diego Sammartino, e, ultimamente, di Piero Di Ranno e Antonino Randazzo».

i-tre

Da sinistra Diego Sammartino, Piero Di Ranno, Antonino Randazzo

«Lo scopo della partecipazione al “Concorso” – interviene ancora Carlo Bommarito – non è tanto quello di “vincere”, quanto di far conoscere che il Collettivo c’è, opera, esiste e ha i suoi progetti per il futuro non soltanto in campo strettamente musicale».

claudio-di-mercurio

Claudio Di Mercurio

E allora a questo punto chiediamo a Claudio, che è l’autore del brano, di parlarcene brevemente e di accennare anche alle modalità della selezione:«”Cavalieri senza tempo” la composi alcuni anni fa, ispirandomi ai versi di una famosa poesia di Peppino che lessi anni fa di ritorno da Milano dove avevo lavorato per alcuni anni. I “Cavalieri” sono coloro che in un modo o nell’altro hammo lottato e sono caduti nella lotta contro la mafia».

Adesso non resta che ascoltare il brano e votare – per chi lo volesse – cliccando sul seguente link QUI 

Le varie proposte musicali si trovano su You Tube e chiunque può ascoltarli e fare la propria scelta. La selezione avviene su tre piani: il primo, il 20%, sarà tratto dalle preferenze espresse su Facebook; il 35% da un’ampia rosa di scuole medie inferiori e superiori sparse sul territorio nazionale e il 45% da una giuria tecnica che raggruppa i rappresentanti delle varie associazioni come a es. “Libera” e “Casa Memoria“. Vi sarà inoltre un Premio speciale “Luigi Tenco” e uno dei premi in palio sarà l’esibizione sul palco il 9 maggio a Cinisi in occasione della ricorrenza dell’assassinio di Peppino Impastato.

Che altro aggiungere se non il nostro “in bocca al lupo” (e viva il lupo!).


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

,
Leggi articolo precedente:
cinisi_municipio
CINISI, PROVE TECNICHE DI SFIDUCIA. Manzella resiste, l’opposizione si compatta, la maggioranza soffre

  CINISI. In un'atmosfera (quasi) surreale, il Gruppo di opposizione "la RiGenerazione" interviene duramente con un comunicato stampa sulla sfiducia...

Chiudi