SCUOLA TERRASINI: PER UN MONDO PIÙ BELLO E PIÙ VERDE CI SONO I BAMBINI



Il 23 settembre l’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” di Terrasini parteciperà all’iniziativa culturale “Puliamo il mondo” proposta da Legambiente. Si tratta di una iniziativa che coinvolge volontari di tutto il mondo. Parola d’ordine: pulire, recuperare, valorizzare i propri luoghi di appartenenza.Vediamo più da vicino di che si tratta.

i-due-plessi

Istituto comprensivo Giovanni XXIII: il plesso della Scuola Media e delle Elementari

 

di Maria Antonietta Maltese

 

La scuola non ha ancora aperto i battenti e già si è messa in marcia con l‘iniziativa “Puliamo il mondo”, un progetto educativo che assume quest’anno anche a Terrasini un carattere internazionale. Infatti la scuola è coinvolta in un progetto europeo “Erasmus Plus” riguardante l’ambiente. Il progetto è denominato “PER UN MONDO PIU’ VERDE LASCIAMO AGIRE I BAMBINI!”.


 

 


E dunque nella stessa data, nei rispettivi paesi di appartenenza, saranno coinvolte, in questa importante iniziativa educativa e culturale, oltre al nostro Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”, le seguenti scuole:
Collegio SANT JOSEP DE CALASSANC ALGEMESI (SPAGNA);
Istituto NOTRE DAME DES ARTS – SACRE’ COEUR, RIOM (FRANCIA);
13 DEMOTIKO’ SKOLEIO, HALANDRI (GRECIA);
“ZRSPOL SZKOL JANA PAWLA II”, RACZKOWA (POLONIA);
Istituto “VARPELIS”, UTENA (LITUANIA).

Grande interesse ha incontrato e sta incontrando l’iniziativa, sia fra le Istituzioni locali  — prime fra tutte il Comune e la Protezione Civile — che fra le Associazioni come il WWF, il Circolo  Legambiente “NaturalMenteSicilia” di Isola delle Femmine, la Pro-Loco e tante attività commerciali di Terrasini, che hanno donato alla scuola i Kit necessari allo svolgimento (guanti, rastrelli, ecc.).

Ma la parte sicuramente più importante dal punto di vista educativo e culturale sta nell’individuare, d’intesa col Comune, quei luoghi, quegli angoli più o meno significativi del paese da recuperare (da bonificare, in alcuni casi) per essere contestualmente “adottati” dai piccoli studenti. Infatti saranno loro, in ultima analisi, che avranno il compito di monitorarli. Questa è un’operazione culturale di primaria importanza, che salda i ragazzi ai luoghi di appartenenza, responsabilizzandoli, rendendoli attori principali poichè, proprio attraverso simili percorsi educativi, si perviene alla conoscenza (cultura) materiale e immateriale che gravita intorno a quei determinati “luoghi”. Ed è proprio su questo sub strato di partenza che andranno innestati altri progetti educativi.

Le scuole di Terrasini non sono comunque nuove a simili iniziative di carattere educativo-ambientale che, già nel passato, hanno registrato grande successo e partecipazione anche delle famiglie. Si tratta di iniziative che danno respiro all’azione educativa, arricchendo di contenuti e valori civili la scuola, cioè i nostri figli.


Spulciando nel nostro archivio fotografico (di quando il giornale era in formato cartaceo) abbiamo recuperato una foto di 25 anni fa, che oggi volentieri vi proponiamo. Terrasini Oggi” seguirà da vicino la giornata del prossimo 23 settembre.

scuola-ambiente-testo

DAL PASSATO AL FUTURO. Una delle prime iniziative, se non la prima, che nei primi anni ’90 fu organizzata dalle Elementari “Don L. Milani” di Terrasini. L’abbiamo scelta come copertina di questo articolo in quanto simboleggia un percorso educativo.


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Leggi articolo precedente:
carabinieri-2
TERRASINI. DROGA. ANCORA UN’OPERAZIONE DEI CARABINIERI (video)

Altro arresto per spaccio da parte dei CC di Terrasini. Questa volta però gli uomini del Comandante Giuseppe Balducci hanno...

Chiudi