NUOVO LOOK PER LO STADIO COMUNALE


 

stadio

Il manto erboso come si presentava in occasione dei Mondiali di calcio Italia ’90

Un finanziamento di 550.000 euro per la ristrutturazione e riqualificazione del “Salvatore Favazza”. Lo ha annunciato oggi il sindaco Giosuè Maniaci in una conferenza stampa. 


di Redazione

1990. Un allenamento della Nazionale dell'Eire allo stadio di Terrasini.

1990. Un allenamento della Nazionale dell’Eire allo stadio di Terrasini.

 

 

Lo stadio comunale “Salvatore Favazza” a breve dovrebbe tornare a risplendere come – e forse anche meglio –  venticinque anni fa, quando si rifece completamente il look (e per la prima volta il verde dell’erba fece capolino nel rettangolo di gioco),  in occasione dei Mondiali di Italia 90. Qualche anno prima l’allora sindaco Claudio Catalfio aveva avviato le opere di ristrutturazione dell’impianto sportivo. Poi, come ricorderanno i terrasinesi che vissero quell’annata indimenticabile per l’economia e lo sviluppo del paese, la Nazionale dell’Eire (gli Irlandesi giocavano a Palermo e Cagliari le gare del girone eliminatorio) venne ad allenarsi proprio a Terrasini (fra l’altro in quel periodo era assessore allo sport Renzo Lo Piccolo, un autentico sportivo). Dopo quell’esperienza il “Salvatore Favazza” ne ha viste di cotte e di crude. Per lungo tempo la tribuna fu inagibile e l’impianto venne utilizzato anche come deposito comunale.

 

 

 

il mostro morto

Fino a poco tempo fa alcuni spazi utilizzati come deposito

 

Oggi l’amministrazione comunale è riuscita ad inserire il progetto esecutivo di 550.000 euro per la sua ristrutturazione e riqualificazione e si trova a un passo dall’ottenerlo. Grazie al finanziamento lo stadio di Terrasini potrà subire un nuovo restyling che prevede la ristrutturazione della tribuna centrale, dei locali di servizio dello stadio, di tutti gli impianti e il rifacimento del rettangolo di gioco in sintetico.

STADIO 2

I locali dopo gli atti vandalici di un paio di anni fa

Del finanziamento – cui il comune ha attinto con decreto n. 63 del 29 agosto, a firma del Sindaco Metropolitano Leoluca Orlando – ne ha parlato oggi nel corso di una conferenza stampa il sindaco Giosuè Maniaci.  Il finanziamento – ha spiegato il Primo cittadino – è stato possibile grazie al progetto “Periferie Metropolitane al Centro: sviluppo sostenibile e sicurezza” cui il comune ha attinto.

In realtà il progetto dell’adeguamento dello stadio era stato redatto nella scorsa legislatura, ma per finanziarlo l’intenzione della giunta passata era quella di accedere a un mutuo da contrarre con il Credito Sportivo del Coni, debito che sarebbe pesato sulle tasche dei cittadini. La giunta Maniaci ha così provveduto ad adeguare il progetto alle esigenze del bando, ottenendo così di farlo rientrare nella griglia di quelli finanziabili. «Il bando scadeva il 29 luglio – ha dichiarato il sindaco alla testata Il Vespro – e abbiamo lavorato con sacrificio in un mese in cui di solito gli uffici si depotenziano per le ferie estive, richiamando il Capoarea dell’Ufficio Tecnico, Aldo Carano, che si è attivato per modificare le schede progettuali secondo le richieste del bando».

Adesso l’insieme dei progetti approvati ed inseriti nel decreto saranno inviati alla Presidenza del Consiglio, ministeri dell’Economia, delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo per la graduatoria e il finanziamento definitivo. Si tratterebbe così del primo finanziamento di rilievo ottenuto dalla nuova amministrazione dopo circa tre mesi dal suo insediamento. Per gli sportivi e per tutti i terrasinesi, senza dubbio, una buona notizia.


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

,
Leggi articolo precedente:
SCUOLA COPERTINA
Scuola, «avvio problematico» dicono i sindacati. Chiesto incontro al Ministro

SCUOLA. Senza voler fare inutili allarmismi (capita ogni anno) ci si riferisce, ovviamente, alla situazione nazionale sulla "carta". Al momento...

Chiudi