ASSOCIAZIONE ALBA: «UN DOMANI MIGLIORE PER RAGAZZI SPECIALI»

 


ASSOCIAZIONE ALBA. Un pomeriggio all’insegna della dolcezza e della solidarietà quello di domenica 21 agosto, grazie alla gara di torte a scopo benefico dal titolo “Un dolce per i più dolci”. Protagonisti, genitori e bambini “speciali”, membri della Associazione onlus “ALBA” fondata lo scorso marzo per volontà di due mamme esemplari, Piera Randazzo e Monica Messina.

TESTO ALBA 3

 

_______________________________________
di Giulia Randazzo
_______________________________________

 

ALBA TESTO 1Un evento organizzato al fine di raccogliere fondi per la realizzazione del “Progetto Piscina”, richiamando al contempo l’attenzione dei cittadini verso una  tematica, quella della disabilità che, sorprendentemente, riguarda tanta parte della popolazione del nostro territorio, se si pensa che nel solo paese di Terrasini il numero delle persone diversamente abili è stimato attorno a 1340, tra adulti e bambini.

Grande partecipazione da parte della cittadinanza, sensibile all’iniziativa cui hanno preso parte come sponsor molte attività commerciali del territorio e due giudici d’eccezione che simpaticamente hanno raccolto l’invito: i pasticcieri Federico CucinellaVito Marinello per conto della Pasticceria Santi Palazzolo.

Piera, Monica, Maria Grazia: mamme accomunate dal valore della diversità: un figlio disabile.TESTO ALBA 4

«Non una vergogna da nascondere − come tiene a precisare mamma Piera − ma un dono da proteggere e custodire». C’è tanta forza, energia vitale e determinazione in queste parole che stanno alla base del fare gruppo per non restare sole o isolate nei momenti più difficili, per sostenersi l’una con l’altra nella ricerca di piccole ma decisive soluzioni che possano garantire una vita decorosa all’interno di una società non del tutto preparata all’accoglienza del diversamente abile.

Già poche settimane fa, la onlus aveva organizzato a Piazza Falcone e Borsellino il mercatino di lavori artigianali, nella convinzione che, dati i tempi di crisi, i lavori realizzati dalle mamme e dai ragazzi del gruppo avrebbero costituito un buon autofinanziamento da cui partire. L’occasione si è dimostrata doppiamente utile, sia come presentazione della Associazione alla cittadinanza, che come laboratorio creativo attraverso cui impegnare i ragazzi durante il tempo libero.

TESTO ALBA 3«È stato un grande successo, i bambini hanno lavorato con soddisfazione e noi siamo usciti allo scoperto, poiché il nostro scopo è quello di favorire l’inclusione sociale dei nostri figli, che non può avvenire senza apertura verso gli altri − ci spiega Monica Messina, presidente della Associazione Alba −. Chi meglio dei genitori può comprendere le esigenze dei propri figli? Non possiamo effettivamente ritenere che siano gli altri a dovere occuparsi di ciò che è nostro dovere affrontare».

Prima della fondazione, i genitori si trovavano di fronte a non poche carenze e difficoltà oggettive a livello economico e strutturale, nonché a scarso interesse nei confronti di questa fetta consistente di popolazione.

«Inoltre  − interviene Piera Randazzo, tra le fondatrici dell’Associazione −  ci siamo rese conto che per i genitori,  combattere da soli contro i disagi che un figlio disabile incontra nel suo percorso è decisamente più complicato e frustrante. Il nostro ruolo come gruppo è anche quello di dare supporto a chi non si crede pronto, offrendo conforto ma anche forza per andare avanti insieme anche a chi si avvicina al nostro gruppo soltanto per un consiglio». CHI SIAMO 2

Nell’immediato futuro, nei loro progetti, c’è quello prioritario di impegnare i ragazzi in attività estive che possano creare aggregazione e crescita, perciò i ricavati del mercatino e della gara di torte andranno a costituire un fondo per il “progetto piscina”.

TESTO ALBA 2«Per alcuni bambini − precisa Monica Messina il contatto con la sabbia e con l’acqua fa insorgere alcune problematiche: molti  hanno paura della vastità del mare, altri presentano una impossibilità pratica ad accedervi. In collaborazione con terapisti ed istruttori specializzati, il nostro progetto prevede un lavoro sinergico tra gruppi di bambini normotipo, con più alte competenze in grado di sostenere ed aiutare l’atro gruppo, quello formato dai bambini diversamente abili, nel raggiungimento di alcuni obiettivi, tramite la supervisione di accompagnatori che permettano l’interazione e l’inclusione anche attraverso il gioco».

Ora la parola (e i fatti) alle Istituzioni locali…


Gli sponsor, senza i quali non si sarebbe potuto realizzare l’evento, sono stati:
DIESSE (Di Santo), ristorante LA RUOTA, Bar ALBERTINI, ORIGAMI PARTY, PASTICCERIA Santi PALAZZOLO, CLI ICE di Salvatore CUCINELLA, DOLCE MONDO, CARTOLIBRERIA PELLERITO, Parrucchiere BRANCALEONE.


 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

2 comments on “ASSOCIAZIONE ALBA: «UN DOMANI MIGLIORE PER RAGAZZI SPECIALI»
  1. Bellissima iniziativa!Da ammirare queste mamme a loro volta “speciali”.Bravissimi tutti..La sensibilità verso queste persone è esempio di grande civiltà e ci arricchisce dentro.BRAVI

  2. Voglio esprimere la mia gratitudine per iniziative del genere che,in un era disastrosa danno un segno di umanita” e di valori nei quali ognuno di noi dovrebbe rispecchiarsi.Un plauso ai due pasticceri Vito e Federico per il loro contributo.Un saluto.

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
Genius
“GENIUS LOCI E LOCUS GENII”. CON INO CARDINALE ALLA RICERCA DELL’ISOLA PERDUTA

  "GENIUS LOCI e LOCUS GENII", un corposo “viaggio” antropologico tra memoria e luoghi comunitari. Quasi un atto d’amore donato...

Chiudi