PRAIOLA: UN’AMMINISTRAZIONE DISTRATTA

PER ARTICOLO PRAIOLAL’ordinanza del sindaco sul divieto di balneazione alla Praiola e “l’aiutino” degli organi di stampa.

-commento di Franco Cascio-

C’è un punto che non è passato inosservato agli occhi dei più attenti lettori nell’ordinanza del Sindaco con la quale dispone l’immediata chiusura della spiaggia Praiola e che la dice lunga su come questa amministrazione affronti con superficialità la gestione della cosa pubblica.

«Dagli organi di stampa si è appreso che …». Esordisce così l’ordinanza numero 71 del 14.08.2015. Di un fatto di cosi grande portata  –lo sversamento a mare di acque sporche, il mare che diventa fogna, il pericolo per la salute pubblica–  il governo della città, dunque, viene a conoscenza solo grazie agli “organi di stampa”. Probabilmente va letto come un tentativo maldestro di svincolarsi da responsabilità (“non ne sapevamo nulla”) trasformatosi in un imbarazzante boomerang.

praiola - CopiaEppure il violento acquazzone dei giorni scorsi  –unito al malconcio impianto di pretrattamento (e almeno di questo l’amministrazione dovrebbe essere a conoscenza)–  avrebbe dovuto quantomeno mettere in allarme i vertici di Palazzo La Grua. E invece niente. Solo grazie agli “organi di stampa” il Sindaco Massimo Cucinella prende carta e penna ed emette l’ordinanza con cui scatta il divieto di balneazione nella frequentatissima spiaggia  –soprattutto da turisti– in piena stagione balneare.
Un duro colpo per Terrasini, ma va detto che la decisione del primo cittadino – seppur giunta grazie all’aiutino della stampa – è più che ragionevole.

faraglioni_di_terrasiniE non è nemmeno la prima volta che l’amministrazione Cucinella emette ordinanze solo a seguito di segnalazioni, come se non avesse occhi per accorgersi di cosa accade nel mare di Terrasini e orecchie per sentire il frastuono di Piazza Duomo nelle notti della movida. Solo dopo una serie di esposti e diffide da parte dei residenti del centro storico, infatti, il sindaco ha emesso un paio di ordinanze per salvaguardare la quiete pubblica e dare una mezza (appena mezza) regolata all’emissione di suoni da parte dei locali pubblici che insistono sulla piazza principale del paese, privata proprio da Cucinella di quegli alberi che, almeno loro, riuscivano in qualche modo ad assorbire parte dei rumori.

Un’amministrazione distratta, quindi, che sembra non avere il polso della città, che sembra non avere percezione di quel che accade nel territorio che governa, dai piccoli ai grandi problemi, che sembra assumere decisioni importanti per il bene comune solo se pressata, messa con le spalle al muro. E non è una cosa buona. Nient’affatto!

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

One comment on “PRAIOLA: UN’AMMINISTRAZIONE DISTRATTA
  1. La proposta che si può fare al nostro Primo Cittadino, potrebbe essere quella di far mandare in giro per il paese l'addetto stampa del comune, per informarsi delle varie istanze, richieste e segnalazioni dei propri concittadini. Così forse, avrebbe in questo modo il polso della situazione di ciò che accade nel paese.

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
venuti venuti
Stefano Venuti, il Poeta Ribelle Che Guardava Oltre …

    VIDEO INTERVISTA -di Giuseppe Ruffino e Vito Cardinale-   "Terrasini Oggi", col servizio odierno, ritorna su questo personaggio...

Chiudi