VIAGGI VIRTUOSI & PAESI DA IMITARE

penna-e-calamaio

L’OPINIONE di

Maurizio Castellano

Ormai il tempo volge al bello, sebbene le mezze stagioni non ci siano più e l’anticiclone, ultima certezza rimasta, continua a fare le bizze. 

 

viaggi (2)

È ora di pensare dove trascorrere le nostre vacanze. Quindi, con il nostro tablet, cominciamo l’esplorazione tra i numerosi portali alla ricerca di viaggi esotici o lidi inesplorati. Agenzie di viaggio e tour operator, ci propongono mete da sogno con pacchetti e offerte scontatissimi.
Mi incuriosisce, tra le varie proposte, una in particolare “Circuito dei comuni virtuosi“. È una proposta di viaggio alla scoperta di quei paesi che delle proprie virtù, non paesaggistiche né culinarie, ma amministrative, ne fanno una meta turistica. Vediamo di che si tratta.

viaggi virtuosi 2Aci Bonaccorsi, in Sicilia, dista pochi chilometri da Catania, è considerato uno dei Comuni più ricicloni d’Italia. Infatti riesce a fare una raccolta differenziata porta a porta pari alla quota del 60 %. Sul sito del Comune “Mettiamoci la faccia“ è consultabile anche il bilancio comunale, e i cittadini, attraverso un totem touchscreen possono indicare il loro grado di soddisfazione.

Salendo su per l’italia, nel cuore dell’Appennino toscano, in provincia di Lucca, c’è Capannori. Qui la percentuale dei rifiuti differenziati è all’82%. Si fa una raccolta differenziata giorno per giorno, il che ha portato un risparmio alle casse comunicali di un milione e 900 mila euro. Risparmio che ha consentito l’assunzione di 50 operatori ecologici. Capannori è il primo comune italiano ad unirsi al programma internazionale rifiuti zero che prevede l’azzeramento dei rifiuti zero nel 2020 …

Capannori non è sinonimo solo di virtuosismo in tema di rifiuti. Il Comune ha provveduto a rimettere in sesto gli impianti idrici dove viene incanalata l’acqua potabile consentendo anche una riduzione degli sprechi. Sempre nella cittadina toscana è stato inoltre inaugurato il primo negozio “Effecorta” (che sta per filiera corta), un punto vendita dove è possibile acquistare prodotti alimentari prodotti nel raggio di 70 km. Duecentocinquanta articoli diversi venduti rigorosamente alla spina in tal modo vengono abbattuti i costi del trasporto della merce e ne guadagna l’ambiente, perché qui tutto è sfuso …

Tra i vari settori nei quali si sono impegnati gli amministratori comunali c’è anche l’imprenditoria giovanile, attraverso un finanziamento a tasso controllato, che ha permesso loro l’apertura di varie attività, che vanno dall’attivazione di un distributore di latte, alla creazione di un asilo nido comunale.
Il comune investe, nella spesa sociale, il 30% del suo bilancio. Questi fondi sono disponibili grazie ai risparmi che derivano dalla raccolta differenziata, dall’acqua pubblica e dall’energia solare.

Capannori ascolta i suoi cittadini. All’entrata del comune c’è un gran tabellone sul quale si può leggere “Palazzo Ecologico“, poiché anche il palazzo del comune vieneviaggi virtuosi 3 rifornito di energia solare. Il comune è sempre stato disposto ad ascoltare i cittadini. L’amministrazione e i cittadini hanno di fatto avuto molteplici incontri, durante i quali discutono insieme circa i punti dell’attività da svolgere e i cittadini offrono vari suggerimenti agli amministratori.

Proseguendo il nostro viaggio, incontriamo Massarosa comune in provincia di Lucca. Impianti fotovoltaici. Il comune di Massarosa ha puntato molto sul fotovoltaico, con un investimento di circa 8 milioni di euro. Tutti gli edifici pubblici sono stati dotati di un impianto del genere, sui tetti. Questo impianto permette di gestire autonomamente i costi. Tutta l’illuminazione pubblica, inoltre, è creata attraverso una serie di lampade al LED.
Voucher lavoro”.Per le famiglie più bisognose, il comune non offre solo contributi economici, ma dà a queste persone la possibilità di avere un lavoro, salvaguardando così la loro dignità. Il loro lavoro consiste nel pulire e tenere in ordine tutto il territorio del comune.

Salendo sempre più su per lo Stivale, c’è Neirone. È un piccolo comune in provincia di Genova, e nonostante le sue dimensioni ridotte, è un classico esempio di buona amministrazione. C’è da rimanere ammirati, come qui in Italia, e l’elenco non finisce qui, amministrazioni di piccoli paesi si siano dati da fare per rendere migliore la vita ai loro concittadini.

E allora, perché no, cari assessori comunali, potreste fare un giro turistico e soprattutto istruttivo in questi paesi, così da apprendere dai colleghi di questi comuni, come hanno fatto, e chissà, poterli poi trasferire nelle vostre competenze?

CERTO SAREBBE BELLO IMMAGINARE DI LEGGERE UN GIORNO SU DI UN CARTELLONE, ALL’ENTRATA DEL PAESE, CHE NON PUBBLICIZZI, MAGARI, HARDSHOW, MA INVECE, MOSTRI:

viaggi virtuosi (2)


 

 

 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

2 comments on “VIAGGI VIRTUOSI & PAESI DA IMITARE
  1. La virtù non è sempre un pregio, infatti, non tutti gli uomini apprezzano le donne virtuose. E poi pensa che disgrazia sarebbe se il nostro paese venisse inserito ai primi posti tra i paese piu' virtuosi e noi di conseguenza non avessimo avuto i nostri amministratori che sicuramente non perseguono tale obbiettivo. Mi hanno insegnato che gli unici che vengono ricordati sono i primi e gli ultimi e noi per fortuna ultimi siamo.

  2. Quando tutti i giorni devi fare i conti, con le difficoltà di trovare un lavoro, per portare qualcosa da mangiare per la tua famiglia, non si può volare alto. Le priorità sono altre. Pensare di vivere in un paese virtuoso, quando mancano i fondamentali non può interessare granchè. E' un problema diffuso , il problema del lavoro, anche in quei comuni che oggi sono considerati virtuosi. Non sono nati così. I cittadini hanno agito, persino lottato perché ciò accadesse. Non penso che tutti i cittadini si siano svegliati un giorno e abbiano deciso di diventare virtuosi. Le vecchie abitudini, quelle sono difficili da eradicare. E' più comodo, tanto per fare un esempio, lasciare appesa la munnizza per l'aria tutto il giorno, piuttosto tenersela a casa, aspettando " con pazienza " la ripresa del lavoro dei netturbini. Cosa può interessare al commerciante, di vivere nel suo paese virtuoso, così da non lasciare che i liquami fuoriescano dai suoi luridi rifiuti, Diventare un paese virtuoso fa fatica. I paesi virtuosi lasciamoli fare agli altri !

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
copertina agitazione
ULTIM’ORA SPAZZATURA: TERRASINI, OPERAI IN AGITAZIONE

NON PERCEPISCONO LO STIPENDIO DA OLTRE TRE MESI. FERMI ANCHE I MEZZI DELLE DITTE PRIVATE. NOSTRO SERVIZIO VIDEO con interviste...

Chiudi