LA MEMORIA DELL’ACQUA

 Opinione

“L’OPINIONE” di Oggi

I pensieri e le emozioni possono influenzare la nostra salute e quella di chi ti sta accanto?

di Guido Sammartino *

Sembrerebbe proprio di sì.

I pensieri sono delle vere e proprie entità fisiche ben definite le cui vibrazioni si propagano al di fuori della nostra sfera psicofisica. Ovviamente non ho la pretesa di spiegare nel dettaglio la natura di un pensiero perché ciò richiederebbe del tempo che forse, in questo momento, non vi potete concedere, ma per rendere in parte l’idea, provate semplicemente a immaginare il modo con cui le onde elettromagnetiche legate alla radio e alla telecomunicazione si propagano nello spazio per arrivare nelle nostre case.

Non ci crederete, ma i nostri pensieri hanno la capacità di comunicare e interagire con il mondo circostante.

Oggi vorrei condividere con voi uno studio a dir poco sorprendente, che vi consiglio caldamente di approfondire, portato avanti per decenni da uno scienziato giapponese, MASARU EMOTO, che ha messo a punto una tecnica per esaminare e fotografare i cristalli che si formavano durante il congelamento di diversi campioni di acqua, selezionata da ogni parte del mondo e proveniente da sorgenti, laghi, paludi, ghiacciai, acqua domestica.

Gli venne poi l’intuizione di esporre i campioni d’acqua prelevata a stimoli di natura diversa provenienti da vari generi musicali, da parole o frasi sia scritte che recitate, fino ad un semplice pensiero che esprimesse un particolare stato d’animo.

Listener 3

Ha potuto così constatare come i cristalli dell’acqua sottoposta ai differenti stimoli, avessero l’istantanea capacità di modificare la loro struttura in maniera sorprendente, come ad avere la capacità di leggere e interpretare il messaggio a cui venivano sottoposti.

Se il messaggio racchiudeva in sé emozioni propositive ed evolutive come l’amore, la gratitudine, la gioia, la geometria del cristallo d’acqua assumeva Listenerconnotazioni regolari, ma soprattutto estremamente gradevoli da vedere. In caso contrario l’acqua reagiva creando cristalli amorfi e privi di armonia.

Vi lascio con delle immagini che spesso valgono più di mille parole e con esse il tempo di riflettere su noi stessi e su come sia possibile influenzare la nostra vita e quella degli altri più di quanto si possa immaginare.

È bene infine ricordare che noi siamo formati principalmente da acqua. Tutto ciò con cui ci nutriamo è composto da acqua.

_______________________________________________________

* Da circa un ventennio si dedica allo studio e alla ricerca delle terapie alternative e di tutto ciò che possa contribuire a migliorare la salute e il benessere dell’individuo. Attualmente svolge la professione di osteopata a Cinisi.

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

One comment on “LA MEMORIA DELL’ACQUA
  1. Il pensiero è energia e come tale può influenzare le nostre cellule facendole guarire o ammalare. Bruce H. Lipton, biologo cellulare e conferenziere a livello mondiale, nel suo libro "La Biologia delle Credenze – Come il pensiero influenza il DNA e ogni cellula" ne parla ampiamente: Ogni cellula del nostro corpo può essere paragonata a un essere intelligente, dotato di intenzionalità e scopo, in grado di sopravvivere autonomamente, il cui vero "cervello" è costituito dalla membrana. I geni non controllano la nostra biologia, è invece l'ambiente a influenzare il comportamento delle cellule. Ciò in cui crediamo determina ciò che siamo (Tratto dal retro del libro prima citato).

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
STEMMA COPERTINA
MERCATINO DEL CONTADINO: IL BANDO PUBBLICO

IL BANDO NON RISULTA PUBBLICATO NELL'APPOSITA SEZIONE DEI "BANDI" DEL SITO DEL COMUNE, MA ALTROVE. NOI LO ABBIAMO RECUPERATO E...

Chiudi