A CENT’ANNI DALLA “GRANDE GUERRA”, IL PIAVE MORMORA ANCORA!

soldiers-30153__180L’ASSOCIAZIONE CULTURALE “COSÌ, PER PASSIONE”, COL PATROCINIO DEL COMUNE DI TERRASINI, PREANNUNCIA UNA GRANDE MOSTRA DAL TITOLO
“È … PASSATO ANCHE QUESTO!”. SARÀ ESPOSTA DAL PROSSIMO OTTOBRE NEI LOCALI DELL’EX ANTIQUARIUM.

DETERMINANTE PER LA BUONA RIUSCITA LA FATTIVA COLLABORAZIONE DELLE FAMIGLIE TERRASINESI.

(video intervista)

Per l’Associazione, non nuova in simili impegni di taglio socio-partecipativo, sarà (già in parte lo è) un compito non facile. La data sembra lontana (ottobre) ma, chi di queste “cose” ha esperienza, sa bene che il tempo non è mai troppo. La Mostra sulla Grande Guerra ovviamente vedrà in primo piano la moltitudine di giovani terrasinesi che partirono per il fronte.

Compito gravoso -si diceva- anche sotto l’aspetto logistico-organizzativo. Ino Cardinale, il motore principale dell’Associazione, avverte però un rischio sul versante dei contenuti, e cioè che il senso dell’iniziativa potrebbe essere in qualche modo travisato. Questa preoccupazione, come meglio capiremo dall’intervista, più che scoraggiare rassicura almeno sul piano del messaggio storico-culturale che si intende trasmettere.

Non, dunque, la retorica della guerra, della vittoria mutilata, dei giovani che, dal Meridione d’Italia, partono fieri per il fronte incuranti della morte, ma, al contrario, un’occasione in più per riflettere sull’eterno contrasto fra “MALE” e “BENE”, fra Guerra e Pace.

Non si può non ricordare a questo proposito Sandro Pertini, quando nel 1978, nel suo discorso di insediamento alla Presidenza della Repubblica, disse, anzi gridò dinanzi alle Camere riunite: «Svuotate gli arsenali, riempite i granai!».
E come, altresì, non ricordare il grande poeta Giuseppe Ungaretti, giovane entusiasta interventista finito in trincea? Di lì a poco avrebbe radicalmente mutato opinione dinanzi all’immane carneficina e alla follia di certi generali.

Afferma in modo appropriato Adalberto Magnelli nella intervista: «Proprio da quella guerra inizia la vera grande catastrofe per l’Europa».

E già, come non condividere questo giudizio storico? Ricorre spesso l’aggettivo “grande”: in Russia la GRANDE Rivoluzione bolscevica nel bel mezzo della GRANDE guerra; in Italia la GRANDE rivoluzione fascista che ne conseguì; e di seguito il nazismo, il GRANDE sterminio di milioni di uomini; la GRANDE esplosione dell’atomica su Hiroshima e Nagasaki, le GRANDI devastazioni in tutto (questa volta veramente tutto) il mondo.
Tutto GRANDE, idiozia compresa!

Ecco, su tutto questo e su altro ancora sarà opportuno meditare grazie anche a questa mostra di imminente realizzazione, perché, come ammonisce ancora Magnelli, «anche oggi siamo in un periodo particolarmente difficile, un periodo di “guerra mondiale”».

IL BANDO DELL’ASSOCIAZIONE RIVOLTO ALLE FAMIGLIE TERRASINESI

BANDO

L’INTERVISTA AD ALCUNI COMPONENTI DELL’ASSOCIAZIONE E AL SINDACO DI TERRASINI

 

 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

One comment on “A CENT’ANNI DALLA “GRANDE GUERRA”, IL PIAVE MORMORA ANCORA!
  1. L' eterno contrasto tra " BENE " e "MALE ", induce , poi soprattutto in questo periodo, una lunga riflessione. A Ino Cardinale,motore di questa iniziativa. ad Adalberto Magnelli e a tutti i collaboratori dell'associazione " Così, per passione " il mio augurio di buon lavoro per questa impegnativa iniziativa.
    Maurizio Castellano

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
6-7_marzo_iniziativa_Adelmo_Cervi
Un Evento Da Non Perdere: Incontro Con ADELMO CERVI a Cinisi

"IO CHE CONOSCO IL TUO CUORE" Storia Di Un Padre Partigiano Raccontata Da Un Figlio A 70 Dalla Liberazione SABATO...

Chiudi