Setteveli 3.0

Setteveli 3.0La mia reflex è morta su questa foto.

Ebbene si: questa è l’ultima foto che la mia amata macchina fotografica, acquistata quando ancora c’erano le lire, ha deciso di donarmi. E’ implosa, mi hanno detto.

Morte dolce e soave la sua. E come darle torto!

Se dovessi scegliere il momento in cui morire, anche io sceglierei certo di affogare in una setteveli. Vorrei implodere come la mia reflex, e lasciarmi annegare in un mare di cioccolato e nocciole.

La fetta non l’ha nemmeno voluta vedere lei. Si è accontentata della torta intera. Dalla fetta in poi, mi sono dovuta arrangiare tra telefonini e compatta.

Perdonate, quindi, le pessime foto che vedrete d’ora in poi. Cercherò di farmi perdonare con l’eccelsa qualità delle ricette!

Setteveli dunque. Questa è la mia terza versione. Simile nella sostanza alle altre, cambia la glassa e la base croccante. Molto buona, ma non ancora perfetta.

Ultima nota prima della ricetta: Profumi&Sapori adesso ha una Pagina su Facebook. Se vi va di passare a dare un’occhiata, sarete i benvenuti.

Setteveli 3.0Setteveli 3.0.1

 

Per uno stampo da 24 cm

Per la base croccante:

  • 50 gr granella di nocciole
  • 50 gr riso soffiato al cioccolato
  • 70 gr cioccolato al latte

Per la bavarese:

  • 300 ml latte intero
  • 150 gr zucchero
  • 4 tuorli
  • 5 fogli di gelatina
  • 120 gr pasta di nocciole
  • 75 gr cioccolato fondente
  • 250 gr panna

Per il pandispagna al cacao:

  • 3 uova
  • 90 gr zucchero
  • 30 gr farina 00
  • 30 gr cacao amaro
  • 30 gr amido di mais

Per la sfoglia di cioccolato:

  • 75 gr cioccolato fondente
  • Per la glassa (dose di Montersino):
  • 75 gr zucchero
  • 125 gr latte
  • 50 gr panna
  • 75 gr gelatina neutra a freddo
  • 40 gr glucosio
  • 30 gr cacao amaro
  • 7 gr gelatina in polvere
  • 35 gr acqua

Inoltre:

  • placchette di cioccolato

Preparare il pandispagna: Montare le uova intere con lo zucchero. Setacciare le farine con il cacao. Quando le uova saranno triplicate di volume, aggiungere a mano le polveri, mescolando delicatamente dall’alto verso il basso. Versare in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno a 180° per 20 minuti. Sfornare, e lasciare freddare. Quando ben freddo, estrarre dallo stampo, tagliare a meta e tenere da parte.

Preparare la sfoglia di cioccolato: temperare il cioccolato fondente e versarlo su un foglio di acetato, spalmandolo con una spatola fino ad ottenere un disco poco più piccolo dello stampo. Fare freddare e tenere da parte.

Preparare la base croccante: sciogliere il cioccolato e unirlo alla granella di nocciole e al riso soffiato. versare tutto su un’ampi teglia da forno rivestita di carta forno, avendo cura di distribuire la granella quanto più distanziata possibile. Fare freddare in frigorifero e tenere da parte.

Preparare la bavarese: portare il latte a bollore. Nel frattempo mescolare i tuorli con lo zucchero. Versare il latte bollente sulla crema id tuorli e portare tutto sul fuoco, facendo cuocere fino a raggiungere la temperatura di  65°. Togliere dal fuoco, aggiungere la gelatina reidratata e dividere la crema in due contenitori, un terzo da una parte, due terzi da un’altra. Alla parte minore aggiunger il cioccolato tritato e mescolare fino a farlo sciogliere completamente. Alla parte maggiore aggiungere la pasta di nocciole e mescolare fino a farla amalgamare del tutto. Fare freddare e poi trasferire in frigorifero. Quando saranno entrambe ben fredde, maneggiarle per farle ammorbidire, tenendole sempre separate tra loro, e aggiungere la panna semimontata. Trasferire in due sacche da pasticceria senza beccuccio e tenere da parte.

Assemblare il dolce: utilizzando un cerchio di acciaio rivestito con acetato, procedere nel seguente modo: formare un primo strato con la basa croccante, pressando bene e cercando di creare uno stroto quanto più uniforme possibile. Versarvi sopra metà della bavarese alla nocciola. Adagiare il pandispagna sulla bavarese, poi lo strato di cioccolato temperato e riporre in freezer per 15 minuti. Continuare con la bavarese al cioccolato e fare rapprendere di nuovo per 15 minuti in freezer. Chiudere infine con la rimanente bavarese alla nocciola e congelare tutto per 2 ore.

Preparare la glassa: Idratare la gelatina in polvere nell’acqua. In un pentolino mescolare tutti gli ingredienti e far cuocere a fiamma vivace fino a raggiungere la temperatura di 104°. Spegnere il fuoco,. aggiungere la gelatina e fare raffreddare fino a quando la glassa non sarà a temperatura ambiente.

Estrarre la torta congelata dal freezer, eliminare il cerchio di acciaio e l’acetato. Adagiare la torta su una gratella, avendo l’accortezza di posare sotto un foglio di carta forno. Fare colare la glassa sulla torta, fino a ricoprire i bordi. Eventualmente, aiutatatevi con una spatolina. Fare sgocciolare gli eccessi di glassa e riporre poi in frigorifero per 4-6 ore. La torta andrà servita completamente congelata.

Decorare con placchette di cioccolato prima di servire.

Buon Appetito!

Stefania

Per altre golose ricette…

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Leggi articolo precedente:
geoingegneria_mappa
SCIE CHIMICHE: Verità o Leggenda?

(seconda parte) Oggi vorrei soffermarmi su quell’aspetto forse più tangibile agli occhi di tutti: il cambiamento climatico. di Guido Sammartino 

Chiudi