CRONACA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MERCOLEDÌ 29/10

Nubi si addensano sulla coop “La Praiola”, al centro di una delicata inchiesta giudiziaria

IMG_0809La riunione, conclusasi a notte fonda, rinviata ad oggi (giovedì 30) alle ore 19:00. In questo servizio alcune fasi registrate (audio) della Seduta di ieri.

Servizio di  Ilde Cascio

 

Il Consiglio Comunale di ieri (29 ottobre) si apre con la surroga del Cons. Girolamo (Mimmo) Di Mercurio che da questa sera occupa la poltrona del Cons. Fabio Censoplano, nominato assessore dopo l’ultimo rimpasto di Giunta.

Il Sindaco interviene per presentare ufficialmente la nuova Giunta e le deleghe assegnate a ciascun assessore. Il cons.- Ass. Norino Ventimiglia comunica che la Conferenza dei Servizi convocata presso l’Assessorato Territorio e Ambiente, ha approvato la variante urbanistica relativa al progetto per la realizzazione del depuratore. L’impianto di depurazione potrà quindi essere realizzato (almeno sulla carta).

Il Cons. Nunzio Maniaci vuole conto e ragione dal Presidente del perchè gli otto punti all’ordine del giorno della scorsa seduta (non trattati a causa del rinvio per l’ora tarda) sono misteriosamente spariti nell’O.d.G. attuale. Il Presidente risponde che saranno trattati nel corso della prossima Seduta.

Dopo la lettura e l’approvazione dei verbali della Seduta precedente, si passa al punto 3 dell’ordine del giorno: Decadenza della convenzione e cessazione del diritto di superficie di cui alla convenzione del 10 giugno 2008 per la realizzazione di n. 22 alloggi di edilizia economica da parte della Cooperativa Praiola s.r.l. (NdR: o “La Praiola? -precisazione non di poco conto-).

In Aula, tra il pubblico, un gruppo di cittadini facenti parte della Cooperativa in questione che, dopo aver versato a suo tempo un cospicuo anticipo per l’opera di realizzazione degli alloggi, oggi rischia di perdere tutto. E già, perché adesso bisognerà individuare i responsabili del danno loro arrecato. Sotto inchiesta il presidente della Coop. Praiola Pietro Serra, ma è necessario cercare altri responsabili per inadempienze anche negli Uffici Comunali, poiché tra i documenti visionati dai truffati ci sarebbe anche l’espropriazione dei terreni, come mi riferisce uno di loro, e che poi avrebbe scoperto che, di fatto, non esiste una delibera del C.C. avente per oggetto l’esproprio. Quest’ultimo particolare, non di poco conto, viene pure evidenziato nella diffida presentata dall’avvocato Finazzo che li difende in sede Civile. In attesa di risposte anche i proprietari terrieri interessati e mai liquidati.

Al fine di tutelare l’interesse del Comune e di pervenire ad una soluzione dell’intricatissima vicenda, il Cons. Com. sospende la Seduta per pochi

Seduta consiliare (immagine di repertorio)

Una Seduta consiliare

minuti per modificare un “ordine del giorno” (documento) col quale si delibera di impegnare l’Amministrazione Comunale (Giunta) ad incaricare un soggetto munito di idonea professionalità tecnico-giuridica che supporti il Consiglio stesso per la soluzione del caso, mentre quest’ultimo si impegna a trattare con carattere di urgenza il punto citato non appena perverranno le risultanze della consulenza richiesta.

Si passa ad altro punto. Sulla verifica qualità e quantità delle aree e fabbricati che potranno essere ceduti in proprietà o in diritto di superficie, il Cons. F. Viviano fa notare che il costo per metro quadro di tali aree è sceso da 40 euro circa a 14 o poco più rispetto alla precedente valutazione e il documento fornito ai consiglieri, sottoposto a votazione, si rifà ad una delibera del 2012 sostituita da ben due più recenti. Lo stesso chiede al presidente come si può votare tale documento considerata l’assenza del parere di regolarità contabile.

A questo punto la Sig.ra Puglisi e l’intero collegio dei Revisori dei Conti, colti alla sprovvista, si guardano, si rendono conto che la puntualizzazione è corretta e si ritirano per rimediare seduta stante. Il presidente propone una pausa di riflessione che passa all’unanimità.

Al ritorno in Aula dei tecnici contabili, il Presidente dei Revisori dei Conti relaziona su quanto deciso: il parere adesso c’è. Nasce un battibecco tra questi e il Cons. Viviano circa l’importanza del compito dei Revisori che si limita, secondo il Presidente, ad una semplice verifica su eventuali sforature di bilancio senza entrare nel merito della congruità delle valutazioni economiche.

Di diverso avviso il Cons. Viviano. Quest’ultimo lamenta anche l’assenza del Capo Area Arch. Carano (assenza più volte e veementemente rimarcata da altri), la cui presenza sarebbe stata necessaria più che mai in questa occasione visti i punti dell’ordine del giorno tutti riguardanti il settore Urbanistica, quindi riconducibili al suo Capo Area.

Già, «dov’è Carano?» chiedono i Consiglieri Di Lorenzo (prima ancora), Caruso e Grazia Ventimiglia, quest’ultima dichiarando a gran voce di sentirsi «offesa e snobbata» nella sua figura di Consigliere per l’assenza del Capo Area. E sull’impossibilità di andare avanti, per l’onnipresenza (negli atti), ma assenza (fisica) di Carano, si rinviano i lavori a stasera (giovedì 30) alle ore 19,00.

RIPORTIAMO QUI DI SEGUITO LA REGISTRAZIONE AUDIO DI DUE MOMENTI DELLA SEDUTA DI IERI SERA

 

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

2 comments on “CRONACA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MERCOLEDÌ 29/10

Comments are closed.

Leggi articolo precedente:
foto pluto
«LA CASSA È VUOTA»: Appello Dell’Associazione Pluto Randagi

La cassa è vuota e a breve dovremo acquistare cibo e pagare visite e farmaci. Vi chiediamo di darci una...

Chiudi