DALLA SCUOLA CATTEDRATICA ALLA SCUOLA INTERATTIVA DIGITALE

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

 

DOPO L’INTRODUZIONE DELLA “PUNTATA” PRECEDENTE,
IL PROF. MASSIMO DOLCE PROSEGUE CON QUESTO NUOVO INTERVENTO.

 

 

L’APPROCCIO METODOLOGICO DIDATTICO

L’azione congiunta dei docenti deve mirare prioritariamente a far acquisire agli studenti gli strumenti e il metodo attraverso i quali essi possano costruire il proprio sapere introducendo gradualmente l’innovazione nella pratica quotidiana.

Le tecnologie della comunicazione sono strumenti in grado di potenziare lo studio e i processi di apprendimento individuali, aiutando gli alunni ad utilizzare le loro competenze digitali in modo eticamente corretto e consapevole.

Come è stato netto,  l’Introduzione delle “nuove tecnologie”, modifica profondamente il modo di concepire la scuola, l’organizzazione dei suoi spazi e dei tempi d’apprendimento degli alunni, gli obiettivi formativi e, soprattutto il ruolo dei docenti. E’ questo l’itinerario che conduce ad una radicale innovazione del rapporto didattico, degli obiettivi formativi (saper progettare, lavorare in gruppo, interagire nella rete imparare ad imparare) ambienti di apprendimento innovativi dove si abolisce la lezione cattedratica, le valutazioni finalizzate esclusivamente ai contenuti disciplinari, individualizzare e personalizzare gli apprendimenti metodologie didattiche digitali e la didattica per competenze. Anche gli spazi scolastici e gli arredi, devono essere funzionali alle modalità operative della nuova scuola.

Ciò premesso, si ritiene opportuno, COMUNICARE L’’ORGANIGRAMMA DI AUTOFORMAZIONE INDIVIDUALE O DI GRUPPO DI DOCENTI DI OGNI ORDINE E GRADO DI SCUOLA

Si indicano i contenuti di conoscenza della tematica di cui si tratta, articolata complessivamente in sei punti, che specificano gli ambiti di studio, le metodologie, le fonti di ricerca, le modalità di documentazione, che strutturano l’ipotesi di sperimentazione di nuove forme di formazione professionale.

Condizioni necessarie e indispensabili sono il possesso di un computer o di tablet, e relative competenze nell’uso di tecnologie digitali.

Primo punto –

– ACQUISIZIONE DI COMPETENZE DIGITALI: conoscenza e utilizzazione didattica della lavagna interattiva multimediale
– attraverso i motori di ricerca INTERNET ogni partecipante provvede a reperire le informazioni particolari riguardanti la conoscenza e l’uso della L.I.M attraverso i video tematici di You Tube
– ogni partecipante sceglie un settore della ricerca documentando il lavoro svolto;
– provvede all’ autovalutazione dell’attività realizzata.

_____________________________________________
– YOU TUBE
–  Ipertesto, didattica, Internet www.multimediadidattica.it
– motori di ricerca

I DOCENTI, A CONCLUSIONE DI OGNI PUNTO DELL’ORGANIGRAMMA DEL PERCORSO DI RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE, COMUNICHERANNO I RISULTATI RAGGIUNTI, LE DIFFICOLTA’ INCONTRATE, LE PROPRIE OSSERVAZIONI, LE RICHIESTE DI APPROFONDIMENTO.

Massimo Dolce
(1 fine- continua)

Commenta su Facebook

LEGGI ANCHE

Leggi articolo precedente:
terrasini
SE NON ORA, QUANDO?

Da più parti si sollecita la partecipazione alla politica di gente onesta, preparata e capace. Ammesso che persone con queste...

Chiudi